• 2017,  ARGENTINA,  Bodega Vistalba,  MENDOZA,  PRODUTTORI,  ROSSI

    2017 Malbec Tomero Mendoza, Bodega Vistalba

    Una “Bodega” che fa parte dell’impero di Alejandro Bulgheroni che ha investito tanto e bene anche in Italia ma che è partito nella sua avventura del vino proprio da qui. Il malbec è ormai autoctono in Argentina e in questo caso però il legame con la Francia e l’eleganza di certi vini di Cahors si sente bene. Per questo vino le uve provengono da un vigneto piantato nel duemila nella Finca Don Antonio nell’ apelación Valle de Uco e, in particolare, dalla sottozona Los Árboles-Tunuyán, dove il suolo è di poca profondità con tessitura franco argillosa e poca fertilità, anche a causa delle molte pietre presenti nel terreno. Irrigazione a…

  • 2016,  Chianti Classico,  Dievole,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Tocca Stelle, Dievole

    Servito alla cieca prova a confonderti le idee su note di lieve vegetale pepe verde tabacco e poi ciliegie mallo di noce amarena mentre poco a poco emerge un floreale di viola e lavanda nonchè un tappeto di polveroso sottobosco fruttato che lo inquadra meglio come sangiovese a Castelnuovo Berardenga. Sorso di bella polpa, succosità e trama tannica importante che non gli impedisce di chiudere agile e piccante caratteriale e fresco originale. Selezione da una vecchia vigna di 40 anni di età in quota, suoli limoso-argillosi, con pietrosità alta e presenza di calcari e marne.

  • 2016,  Chianti Classico,  Dievole,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Gran Selezione Vigna di Sessina, Dievole

    Una cosa che riguarda la denominazione: a distanza di qualche anno continuo infatti a fare una certa fatica a trovare una coerenza tra i tanti Gran Selezione, sulla carta massima espressione qualitativa tra i Chianti Classico. C’è chi lavora sulla struttura, e quindi anche sulla longevità, e chi invece lavora sulla finezza, cercando di far emergere eventuali peculiarità territoriali prima ancora che stilistiche (vini che vengono tra l’altro presentati come migliori di tutti gli altri, riserve e non, cosa che alla prova del bicchiere si rivela vera fino a un certo punto). Vini come questo sembrano decisamente appartenere alla seconda categoria, rosso che stupisce per dettaglio e per raffinatezza, che…

  • 2018,  BIANCHI,  Dievole,  IGT,  TOSCANA,  Toscana

    2018 Campinovi, Dievole

    Può un trebbiano toscano smarcarsi dal ruolo di vino da tavola e indossare i gli abiti buoni della festa?Sì, e questo Campinovi lo dimostra. Trebbiano toscano al 100%, matura in botti grandi e poi affina in bottiglia. Il risultato è un vino dalla grande intensità olfattiva e gustativa e dal buon bilanciamento tra ciò che sprigiona il calice e la rispondenza nel sorso. Un vino profumato e intrigante, carico di fiori di acacia e frutta a polpa gialla; carezze iodate si alternano a una freschezza che invita e il vino acquista un aspetto quasi seducente. Per me, abituata a bere trebbiano toscano più crudo e grezzo, si è rivelata una…