• 2018,  Conestabile della Staffa,  IGT,  UMBRIA,  Umbria

    2018 Bianco della Staffa, Conestabile della Staffa

    Il bianco Conestabile della Staffa è un vino da bere ad occhi chiusi e, per i fanatici, pure a temperatura ambiente (se non vi trovate nell’Africa sub-Sahariana). Ruvido e freschissimo. Se stappate l’annata 2018 anche alle 10 del mattino dura comunque il tempo di un cappuccino. È semplice ma non per questo sciatto. Il colore è lontano anni luce dalle mode del giallo-qualcosa-paglierino e dalle filtrazioni più violente. Non è né l’uno né l’altro (per fortuna) e ha il pregio di essere un amico schietto. Un gentile compagno di viaggio di bevute casalinghe. Non da abbinare al cornetto però, semmai a carni bianche.