• 2017,  IGT,  Inama,  ROSSI,  VENETO,  Veneto

    2017 Carmenere Più, Az. Agr. Inama

    Carmenere Più 2017, vino di ingresso di Inama sui Colli Berici a maggioranza carmenere con saldo variabile di merlot. Parte lievemente polveroso ma poi si sistema e fa uscire un bel frutto morbido e ben veicolato, seppur semplice, completato da un tratto leggero di cacao e ciliega e una lieve mentolatura. In bocca è abbastanza diretto, si sente il merlot che arrotonda e da un piccolo movimento vegetale, fatto per piacere, ma fate attenzione: questa qualità per 60.000 bottiglie, messe sul mercato al prezzo proposto, direi che è un risultato più che buono.

  • 2015,  Colli Berici,  DOC,  Inama,  ROSSI,  VENETO

    2015 Colli Berici Carmenere Riserva Oratorio di San Lorenzo, Az. Agr. Inama

    Oratorio di San Lorenzo 2015, carmenere 100%, 5.000 bottiglie prodotte, il vino top della tenuta. Fittissimo di colore, ginepro, rosmarino, lavanda, prugna e una lieve salamoia; bocca piena, molto piena, in questa fase forse rigida, con un tannino un po’ rugoso da smussare; torna la spezia in bocca (anche da legno), decisamente gran corpo e forza ma in questa fase, nonostante il livello di maturazione sviluppato sulle uve, allunga un filino più di durezze che di suadenze, il vino comunque c’è e va solo aspettato, unica cosa da capire sarà la mobilità nel bicchiere in futuro, ma questa è una scommessa.

  • 2016,  Del Rèbene,  IGT,  ROSSI,  VENETO,  Veneto

    2016 Del Rèbene Rosso, Del Rèbene

    Per più di 150 anni nei Colli Berici è stato prodotto un vino chiamato Bordeaux nero, fatto con uva creduta parente del cabernet franc. Nel ‘900 lo chiamavano bordeaux nero, cabernet franc italiano, cabernet vecchio e anche cabernet del Veneto. In realtà tutti questi nomi nascondevano un unico vitigno: il carmenére, che in effetti ha una parentela stretta con il cabernet franc. Che poi a guardar bene sto cabernet franc è padre, con varie madri – qualcuna conosciuta e altre ignote – del cabernet sauvignon, del merlot e appunto del carmenére. Perché vi racconto tutto ciò? Perché nei Colli Berici si sta riscoprendo questa varietà con ottimi risultati. Eccoci allora da…