• 2016,  IGT,  Monteraponi,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana

    2016 Baron’Ugo, Monteraponi

    Il sangiovese di razza raddese mostra i muscoli e la piacevolezza in un connubio entusiasmante con questa 2016, forse la migliore delle edizioni (tutte comunque maiuscole) del Baron’Ugo di Michele Braganti. Quasi completamente 100% sangiovese tranne qualche grappolo di canaiolo e colorino; ha un colore ricco ma sempre netto e trasparente con riverberi violacei e lampi azzurri di freschezza. Al naso è grintoso, agrumato e con un frutto rosso in confettura e di frutta di bosco fresca. Viola spigo toscano insieme ad una rosa carnosa lo incoronano e lo rendono davvero difficilmente dimenticabile. Note di tabacco kentucky e ginepro lo allargano nelle sfumature speziate mentre al sorso il tannino scuote…

  • 2016,  Brunello di Montalcino,  DOCG,  Il Marroneto,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Brunello di Montalcino Docg Madonna delle Grazie, Il Marroneto

    Un’annata mirabile produce sempre capolavori assoluti e il Brunello di Montalcino di Alessandro Mori al Marroneto fa il bis di incredibile profondità e lucida precisione enoica della 2010 puntando addirittura ancora più avanti. Un colore ipnotico si riverbera in un naso caleidoscopio di bacche di bosco rosse e nere, mirtillo, ribes rosso, lamponi in confettura, resine e anice; un tocco di tabacco balsamico si unisce alla dolcezza sul finire della prima olfazione per poi tornare di sottofondo al resto del bagaglio aromatico davvero impressionante. Non è un vino che stordisce e che vuole mostrarsi massiccio e imponente; anzi, tutt’altro. Il tannino stuzzica, irride e gioca con il palato con una…

  • 2014,  Albatreti,  Brunello di Montalcino,  DOCG,  TOSCANA

    2014 Brunello di Montalcino, Albatreti

    Gaetano Salvioni è prima di tutto un imprenditore, il vino lo fa per passione e solo recentemente ha iniziato a vinificare le uve che fino a qualche anno fa vendeva. Precisamente è la 2009 la vendemmia che ha dato vita ai suoi primi Rosso e Brunello di Montalcino. Albatreti è il nome del podere dove trovano casa le sue vigne, 1,8 ettari iscritti a Brunello ed uno solo a Rosso di Montalcino. Siamo a sud ovest, ad altitudine media che va dai 400 ai 500 metri sul livello del mare su terreni ricchi di galestro. Le vigne sono impervie, ma come madre natura insegna, la vite dà il meglio di sé…

  • 2012,  Brunello di Montalcino,  DOCG,  Marroneto,  ROSSI,  TOSCANA

    2012 Brunello di Montalcino Madonna delle Grazie, Il Marroneto

    Era momento di staccare il cervello e godersi un Sangiovese di razza, di quelli che ti scuotono, non carezze, ma forti e audaci abbracci. Lassù, a ridosso delle mura di Montalcino, poco distante dalla chiesetta della Madonna delle Grazie, nasce negli anni ’70 la piccola realtà de Il Marroneto, oggi orgogliosamente ‘cavalcata’ da Alessandro Mori. Il Brunello che porta il nome di questo magico luogo è ormai icona di carattere e forza, quella forza che raramente si esprime sul versante nord, più caratterizzato da leggiadri profumi floreali. Rubino dal riflesso granato, si apre cupo su note di confettura di more, ciliegia durone e sottobosco, poi balsamico e speziato con cardamomo…