• 2019,  IGT,  ROSATI,  TOSCANA,  Toscana,  Villa Bibbiani

    2019 Flora Rosè, Villa Bibbiani

    Uno dei primi vini prodotti dal nuovo corso di Villa Bibbiani, villa trecentesca a Capraia e Limite, tra Empoli e Firenze. Villa resa splendida dal Marchese Cosimo Ridolfi con il giardino botanico in cui spiccano le camelie, come quella che da lui prese il nome, la Camelia Ridolfiana, raffigurata in etichetta. Colore rosa lieve con la sfumatura della camelia moutan, naso speziato, fine, raffinato e invitante di sanguinella, fragile di bosco, gessosità sottile, talco e vetiver. In bocca ha levità, ma anche la giusta struttura con dolce sussurrato e tanta freschezza. Nasce da sangiovese e ce lo ricorda con tabacco, anice e finocchietto, nel finale speziato di bella lunghezza. Da…

  • 2018,  Cantina Sannas,  IGT,  ROSATI,  SARDEGNA,  SARDEGNA

    2018 Rosato Maria Pettena, Cantina Sannas

    Da Mamoiada, un rosa da cannonau macerato con cappello ghiacciato. Colore arancio cangiante con particelle in sospensione, ricco, scuro come intensità cromatica, con virata su lieve mattonato. Lato ossidativo molto presente, selvatico e originale: fragola, acqua di ragia, floreale passito, melograno, fragola appena matura, talco, idrocarburo lieve, chiude pimpante e si ferma ad un passo dall’essere rustico.

  • 2019,  Cotarella,  IGT,  LAZIO,  Lazio,  ROSATI

    2019 Sorè, Cotarella

    Da uve merlot e aleatico, la tradizione di Gradoli e del merlot di queste terre a confine tra Umbria e Lazio portano al Sorè un rosa ambizioso ma nitido dal colore fresco provenzale invitante e leggero ma che è come una trappola perché sotto c’è molta più energia e forza di quanto sembri. Tamarindo, lamponi e melograno d’ordinanza ma anche anguria, tabacco e frutta di bosco, cipria e zenzero, sorso di bella importanza, speziato ma soprattutto sapido e giustamente ricco con corpo non banale raffinato dall’aleatico non del tutto maturo che mantiene l’acidità su alti livelli. Finale ricco solare a tratti ma che si ricorda sempre di essere vino di…

  • 2019,  Colli della Toscana Centrale,  IGT,  Monteraponi,  PRODUTTORI,  ROSATI

    2019 Rosato, Monteraponi

    Da salasso dei mosti ottenuti dai sangiovese più giovani, è un bel paradigma di cosa si può ottenere in rosa con le giuste attenzioni nel Chianti Classico senza strizzare troppo l’occhio alla moda. Colore ipnotico rosa tenue cerasuolo con lampi provenzali ma è solo un momento così come al naso dove fragola e melograno lasciano presto il campo a bergamotto e arancio rosso. Sorso agile piccante, specialmente saporito e sapido che porta a finire il bicchiere in un attimo.

  • 2019,  Fattoria Sardi Giustiniani,  IGT,  ROSATI,  TOSCANA,  Toscana

    2019 Rosè, Fattoria Sardi

    Una delle pochissime aziende italiane specializzate nel vino rosa; nonostante l’uscita dei nuovi vini vermentino e pet nat di trebbiano, sono ormai una sicurezza per la piacevolezza del loro rosato. Note di melograno e fragolina, floreale giallo e rosa, bocca sapida di grande verve acida e fresca, conquista al saporito palato con agrumi ed erbe aromatiche che si rincorrono piacevolmente nel palato, finale di mandarino e lieve balsamico di sandalo e tabacco. Un vino che rende giustizia alla primavera più strana che abbiamo mai vissuto!