• AOC,  Bollinger,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Special Cuvée, Bollinger

    Il prodigioso livello qualitativo messo a punto dalla maison Bollinger negli ultimi anni si misura con la loro cuvée de prestige, la Special Cuvée. Nata nel 1911, vanta ben il 55% di vins de réserve, di cui almeno il 10% vecchi fino a 15 anni che la maison vinifica in legno e poi conserva in magnum tappate con il sughero. Assemblaggio di circa 130 vini, almeno tre anni sui lieviti, dos. 8 g/l. 60% Pinot noir, 25% hcardonnay, 15% meunier Apre su note di fiori di pesco, albicocca e note esotiche, è luminoso, caldo e affascinante ed è sufficiente qualche minuto nel calice e la collaborazione dell’ossigeno per liberare le…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Henri Giraud,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Esprit Nature, Henri Giraud

    Assolutamente convincente il carattere minerale e fruttato che troviamo nella forza dei profumi di questo champagne: pietra spaccata, mora, timo limonato, note di camino, per un olfatto cesellato, risoluto, insinuante. La bocca è intrisa di sale e frutto rosso, il sorso si muove cristallino e puro come acqua di sorgente. È autentico, schietto, ma anche appagante, nelle sensazioni di albicocca e burro fuso che fanno capolino negli aromi di bocca, nel finale. Un sans année dotato di una profondità spiazzante. 90% di pinot nero, 10% chardonnay, per uve provenienti dalla Montagne de Reims. Base vendemmia 2016 più il 50% di vini di riserva da réserve perpétuelle di assemblaggi precedenti, vinificato…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE,  Roger Brun

    Champagne Grand Cru Réserve, Roger Brun

    Non tutti gli champagne sono mostri di complessità foriera di ardite seghe mentali. Ci sono, e per fortuna che ci sono, anche champagne che si bevono senza starci a pensare troppo. A questa immaginaria categoria appartiene il Réserve di Roger Brun, che è contemporaneamente sia un famigerato base che un Grand Cru del Comune di Ay, quello famoso per il pinot nero: in questa bottiglia è presente per un 85%, il resto è chardonnay. Tre anni sulle fecce e un dosaggio ben percepibile ma affatto fastidioso. Naso dolce di mandarino e frutti esotici del genere mango e papaja. A raddrizzare la schiena arrivano in soccorso una sensazione talcata e un…

  • Amour de Deutz,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2007 Champagne Blanc de Blancs, Amour de Deutz

    Maison negli ultimi tempi un po’ dimenticata dalla critica italiana, Deutz – per una volta non è ‘Nemo è propheta in patria’ – in Francia è ritenuta “una delle più belle maison de champagne”. Di origini tedesche, nasce nel 1838 ad Ay e nel tempo è cresciuta sempre più in autorevolezza e prestigio, nonostante le numerose vicissitudini che hanno investito la Champagne all’inizio del XX secolo: la fillossera, le guerre devastanti, le crisi economiche, le crisi interne alla denominazione. Da allora, Deutz celebra in ogni sua bottiglia la perfetta fusione tra i canoni stilistici della Champagne e lo stile della Maison, che si traducono in bollicina finissima, sontuosità del sorso,…