• AOC,  CHAMPAGNE,  Erick Schreiber,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    s.a. Champagne Extra Brut, Erick Schreiber

    Courteron, inizi anni ‘90. Erick Schreiber, insieme agli amici e vicini di casa Fleury e Alain Réaut, decide di rivoluzionare tutto e dedicarsi interamente alla biodinamica. Ormai sappiamo che è abbastanza consueto, nella Champagne del Sud, trovare vigneron irremovibilmente vocati verso il concetto di terroir. D’altronde, siamo vicinissimi alla Borgogna e, oltre allo stesso suolo kimmeridgiano e lo stesso clima, più rigido rispetto a quello del Nord, qui troviamo quell’ostinazione volta a preservare il più possibile la fertilità del terreno, la protezione delle specie viventi e il rifiuto di contaminazioni chimiche che disturbino l’equilibrio e l’armonia della vigna con il cosmo. Pratiche che, spesso, comportano rischi, enormi difficoltà, il più…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Extra Brut Les 7 Vignes, Tristan Hyest

    Champagne che gioca su toni fini pur avendo una composizione complessa. I vitigni utilizzati sono chardonnay e pinot noir in egual misura. L’uva è raccolta in 7 lieux-dits dell’Aube. L’80% della cuvée è composta dal millesimo 2008 mentre il rimanente 20% da una Soléra. Naso raffinato, elegante: fiori bianchi, sambuco, mughetto, fiori di zagara e zest di limone. Con lo scorrere dei minuti, rimane questa eleganza, senza cedimenti, anzi in spinta. E’ etereo e cambia spesso registro per catturare l’attenzione. Al palato è sapido e soffice, salino, gustoso, con una bollicina molto fine e cremosa; freschezza tesa, croccante, pur rilevando una componente gustosa e piena. Difficile da inquadrare, riesce a coniugare…

  • Alain Réaut,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    s.a. Champagne Brut Rosé de Saignée, Alain Réaut

    Siamo a Courteron, nel cuore dell’Aube e siamo con uno dei più grandi produttori bio di tutta la Champagne, nonostante il suo nome non sia in auge come altri.  Alain Réaut, insieme a Eric Schreiber e Jean-Pierre Fleury, fa parte di quel ‘trio Courteron’ che, sin dagli anni ’70, coltiva una passione per la viticoltura biodinamica che da allora non conosce sosta. Una dedizione maniacale la sua, ossessiva, precisa e attenta su tutto quello che coinvolge il lavoro dell’uomo in vigna, in quella terra che lui ama tanto. Siamo a pochissimi chilometri dalla Borgogna, è facile qui innamorarsi di quei vigneti che posano sugli stessi suoli kimmeridgiani e respirarne appieno…

  • Alain Réaut,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    s.a. Champagne Sol Dièse, Alain Réaut

    Il significato del termine francese Aube è Alba. Lo trovo un nome magnifico per una regione della Champagne come questa dove si possono trovare un’infintà di sfumature, colori, espressioni, sensazioni e stili. Per esempio, vini dell’Aube sanno essere elegantissimi, quando vogliono. Ma quando decidono di non esserlo, ecco che li vediamo rivendicare tutta la loro territorialità, le loro stagioni, i loro umori. Senza indugi. È il caso del Sol Diése di Alain Réaut, assemblaggio del 77% di pinot noir e del 23% di chardonnay, senza solfiti aggiunti. Il rigore dei Rèaut e la buona materia prima di cui dispongono emergono in questa cuvée senza la minima indecisione. Intenso, profondo, capace…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE,  Pierre Gerbais

    s.a. Champagne Blanc de Blancs L’Originale, Pierre Gerbais

    Siamo in Aube, ormai sinonimo di viticoltura organica e naturale ma qui a Celles-sur-Ource, a due passi da quei villaggi dove hanno sede i produttori bio più noti della zona, troviamo un vigneron che si è imposto con forza non tanto per le sue prodezze in vigna, bensì per la sua maestosa interpretazione in purezza di un vitigno alquanto inconsueto in Champagne: il Pinot Blanc. I Gerbais ne possiedono una parcella reimpiantata dopo la filossera, il ‘Les Proies’, risalente al 1904, la più vecchia in Champagne, ma il merito di questo mirabolante e prezioso Pinot Blanc in purezza va ad Aurélien, quarta generazione della famiglia, oggi anima del demaine. Uno…

  • 2010,  AOC,  CHAMPAGNE,  Drappier,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2010 Champagne Rosé Grande Sendrée, Drappier

    Ci troviamo in Aube nel Barsaurabois e Drappier rappresenta la maison più storica (1808), oltre che la più grande, del distretto. Questa champagne del Sud così snobbata in passato e solo recentemente tornata sotto i riflettori è sempre stata nel cuore di questa famiglia, così come il suo vitigno principe, il pinot noir. Vitigno che proprio il nonno di Michel, l’attuale proprietario, portò qui facendo sorridere i più scettici che gli affibiarono scherzosamente il soprannome di “Pére Pinot”. Era, semplicemente, un visionario: oggi in Aube il 95% del vitigno coltivato è il pinot noir. Da allora i Drappier non hanno mai smesso di sognare e sperimentare, sia con la coltivazione…