• LOMBARDIA,  ROSATI,  Togni Rebaioli,  VINO VARIETALE

    Martina, Togni Rebaioli

    Ci sono vini semplici che vivono della propria semplicità. Che non significa dire che tutti i vini semplici siano desiderabili, bensì che i vini desiderabili possono essere semplici. Non so se mi sono capito. Ad ogni modo, Martina è una bambina che sa di arance, fragole e rose. Non ha bisogno di molto per suscitare simpatia. È fresca, esuberante e sorridente ma attenzione a sottovalutarla: ha il suo carattere. Colore e profumi e pure il sapore mi hanno ricordato un lambrusco di sorbara. Bevevo e mi tornava in mente il sorbara, con di certo un maggiore corpo e senza bolla. Non so se la mia sia stata suggestione però l’uva…