• 2019,  Cascina Tavijn,  PIEMONTE,  ROSSI,  VINO

    Vino Rosso Punk, Cascina Tavijn

    Conosco Nadia ed i suoi vini oramai da almeno 10 anni: è una persona, una donna, di cui ho grande stima e affetto. In passato ci siamo anche “scontrati” su alcune sue bottiglie, in maniera decisa talvolta, ma il suo percorso e la sua evoluzione sono di assoluto interesse e penso che negli ultimi anni abbia trovato un grande equilibrio in tutti i vini che sforna. Questo Punk, o meglio G-Punk, è un grignolino, il vitigno grazie al quale ci conoscemmo. Sappiamo tutti che questa tipologia non è facile da gestire, sia in vigna sia in cantina. Eppure questa versione, che leghiamo all’annata 2019, è davvero interessante: la particolarità è…

  • 2016,  Cascina Tavijn,  PIEMONTE,  RIFERMENTATI,  ROSSI,  VINO

    Ottavio Funk, Cascina Tavjin

    Forse non abbiamo mai pensato al Grignolino in versione frizzante in bottiglia. Ci ha pensato Nadia Verrua di Cascina Tavijn, anzi, mi sa che non ci ha nemmeno pensato, è venuto così e basta, complice il suo stile così libero. Il vino non ha solfiti aggiunti, non è filtrato e gli zuccheri rimasti dalla prima fermentazione sono stati facile preda dei lieviti ancora presenti. Risultato: il Grignolino rifermentato. Qualche altro produttore si sarebbe spaventato, non Nadia, che ha accolto il nuovo nato comprendendone l’anima funky; è bastato un restyling all’etichetta e il gioco è fatto. Questo, a giudicare dal lotto di imbottigliamento dovrebbe essere un 2016, vino moderatamente esuberante con…

  • 2015,  Cascina Tavijn,  PIEMONTE,  ROSSI,  VINO D'ANNATA

    Teresa La Grande, Cascina Tavijn

    Se per motivi di salute mi fosse impedito di bere vino mi metterei ad annusare con concupiscenza i vini di Nadia Verrua, di Cascina Tavijn, in particolare il Teresa La Grande. Questo Ruché del Monferrato dedicato alla mamma di Nadia ha una sontuosità e complessità olfattiva che preannuncia e conferma la grandezza inscritta nel nome. Dopo cinque anni dalla raccolta (l’annata si evince dal lotto di produzione poiché in un vino da tavola non va menzionata in etichetta) e dopo un passaggio in botte grande esausta, il vino oggi squaderna una teoria infinita di profumi fruttati, floreali, erbacei, balsamici, speziati che ammaliano non tanto e non solo per l’estrema varietà,…