• 2016,  IGT,  Le Macchiole,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana

    2016 Messorio, Le Macchiole

    Poche volte mi è capitato di bere un vino così imponente. Il Messorio è 100% merlot, e mi dispiace per quelli che dicono che il merlot in purezza non si beve: evidentemente non hanno mai bevuto un vino come questo, che è monumentale per imponenza e struttura.Vino strabiliante, rientra nella categoria di vini che non si sa mai quando stappare, perché non c’è un momento sufficientemente solenne per decidere che è ora di gustarlo. Proprio per questo motivo ho deciso di condividerlo con pochi amici, tutti provvisti di palato finemente cesellato.Opulento, caldo e avvolgente: appena fa il suo ingresso nel calice la dice lunga sul suo carattere incisivo prendendo possesso…

  • 2013,  IGT,  Le Macchiole,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana

    2013 Scrio, Le Macchiole

    Negli anni ’80 bisognava essere dei veri sognatori per immaginare vini come questo, un syrah in purezza che non somiglia proprio a nessuno. Chi sceglie di preservare la ‘purezza’ laddove il blend è di casa non solo ha coraggio da vendere, ma fiducia verso il proprio lavoro e quei meravigliosi vigneti in grado di regalarci oggi tutte le sfumature di Bolgheri e dei suoi terreni. Dal colore intenso e dai riflessi porpora, si presenta scuro, austero, come a dover essere lui, prima, a capire chi si trova di fronte. Si distende e si mostra speziato con note di pepe verde, curcuma e cardamomo, poi prugna essiccata, mora e liquirizia, salicornia,…

  • 2018,  Bolgheri,  DOC,  Le Macchiole,  ROSSI,  TOSCANA

    2018 Bolgheri Rosso, Le Macchiole

    Il Bolgheri Rosso di Cinzia Merli è un vino che dà un’idea precisa di quanto possa essere godibile un taglio “bolgherese”: il merlot, il cabernet franc, il cabernet sauvignon e il rodanense syrah, che qui ben si è acclimatato dando vita a uno dei syrah italiani più accreditati. Il Bolgheri Rosso de Le Macchiole è un vino di ispirazione bordolese ma di fascinazione rodanense, cioè mediterranea. Una denominazione che sulla carta pare difficilmente approcciabile trova in questa bottiglia il rappresentante di una chiave di lettura tutta in leggerezza. Coesistono quindi ciliegia nera e arancia rossa, salvia e ruta, verbena e viola, netto poi il profumo del ginepro e della macchia…