• 1999,  Castello di Monsanto,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    1999 Chianti Classico Riserva Il Poggio, Castello di Monsanto

    Non sono un degustatore di primo pelo, so benissimo che un vino che ha quasi vent’anni sulle spalle, una volta versato nel bicchiere, ha bisogno di tempo per raccontarsi. Certo poi quella narrazione potrà prendere più strade: comunicarti che è arrivato definitivamente al capolinea, oppure che ha ancora frecce al suo arco, che è ancora vivo insomma, ma quando è un grande vino può addirittura farti riscoprire il valore dell’attesa, piacere che avevamo quasi dimenticato nella frenesia del tutto subito nelle nostre vite pre virus. È successo con il Chianti Classico Riserva Docg Il Poggio 1999 Castello di Monsanto. Parte male all’inizio. Naso non di grande impatto, in bocca è…