• AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Jacquesson,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Extra Brut Cuvée 743, Jacquesson

    Ultima nata della serie 7xx, la Cuvée 743 di Jacquesson porta in grembo la 2015, annata ricca e generosa in Champagne ma dall’acidità maggiore rispetto alla 2002, alla quale era stata immediatamente paragonata. Uve di Ay, Dizy e Hautvillers (60%) Avize e Oiry (40%) e il 20% di vini di riserva. Dégorgement a Ottobre del 2019, nessun dosaggio, solforosa a 34 mg/l. Di bella espressività sin dall’inizio con note di pietra, grafite, agrumi, tratti ‘cerealicoli’, poi thè e spezie. All’assaggio è ampio, voluminoso, di grande profondità e succoso, salino, lunghissimo. Una bocca che mescola con maestria densità e slancio, sale e agrume, freschezza e maturità, con una carbonica finissima, ben…

  • 1995,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Jacquesson,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    1995 Champagne Avize Grand Cru Degorgement Tardif Brut, Jacquesson

    La Fosse, Némery e Champ Caïn sono i nomi delle parcelle di Avize, da cui provengono le uve chardonnay che, secondo i fratelli Chiquet, compongono il più grande vino mai prodotto dalla maison fino a quel momento, vendemmia 1995. Tirage Il 30 maggio 1996 dopo una sosta in botti di rovere da 40 e 75 ettolitri. Vista l’unicità del millesimo una parte viene destinata a dégorgement tardif : 2.984 bottiglie, 489 magnum et 7 jéroboam vengono chiuse con tappo di sughero, secondo l’azienda il solo materiale che possa garantire e amplificare il potenziale aromatico dell’annata. La sboccatura ha luogo nel giugno del 2010 dopo 14 anni di sosta sui lieviti. …

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Jacquesson,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Extra Brut Cuvée 740, Jacquesson

    La 7xx di Jacquesson è uno champagne prezioso al quale noi appassionati siamo, ormai da tempo, affezionati. Non un mero sans année ma una vera e propria filosofia. Nasce con la cuvée 728, sta a rappresentare il settecentoventottesimo assemblaggio dal centenario dalla maison (la decima più antica in assoluto) e porta, in percentuale maggioritaria, l’annata 2000. Da allora, un assemblaggio diverso ogni anno si riflette in un numero progressivo – è appena uscita sul mercato la 743 – in grado di regalarci uno champagne in continua crescita in termini di espressività, profondità, trasparenza. Non è uno champagne facile. È vinoso, sfaccettato, complesso, artificioso, con un’impostazione ben distante da quell’idea convenzionale…