• 2016,  Chianti Classico,  DOCG,  Isole e Olena,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico DOCG, Isole e Olena

    Se dovessimo – o volessimo – fare una lista delle aziende che nel corso degli anni hanno contribuito ad elevare il Chianti Classico a terroir di assoluto valore, non potremmo non menzionare Isole e Olena. Azienda di Barberino Val d’Elsa diretta dalla mente illuminata di Paolo De Marchi, capace come poche nella denominazione di esprimere nei vini i caratteri identitari del territorio da cui essi si originano. Come nel caso di questo Chianti Classico, che complice l’annata a dir poco eccellente, ha sfoggiato una versione sontuosa. Un rosso da uve sangiovese con l’aggiunta di canaiolo e syrah, provenienti da terreni prevalentemente galestrosi situati a circa 450 metri di altitudine. Affinamento…

  • 2003,  DOC,  DOLCI,  Isole e Olena,  TOSCANA,  Vin Santo del Chianti Classico

    2003 Vin Santo del Chianti Classico, Isole & Olena

    Ho un debole per i vini dolci. Ne compero in quantità che eccedono di molto il mio modesto consumo. Evito gli sciropponi zuccherosi: che siano dolci o secchi, i vini hanno da essere tutti bevibili. Freschezza, dunque, in quantità sufficiente (e necessaria) a tenere a bada il residuo zuccherino. Nei casi più fortunati, al vero fedele può manifestarsi la sacra trinità: acidità, dolcezza, ossidazione. Miracolo che si perpetua con frequenza tradizionale in alcune cantine della Toscana.Profumi da drogheria, con una noce che ti si piazza davanti e non si toglie più. Poi albicocca, mandorla dolce, cannella, dattero, mela annurca, legno di cedro, tabacco da pipa e, insomma, lo sapete come…

  • 2013,  IGT,  Isole e Olena,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana

    2013 Cepparello, Isole e Olena

    Quando parlo di vino, sono solita trovare somiglianze fra quello che ho nel bicchiere e le canzoni, lo faccio anche con i quadri, con l’arte in generale. Mi aiuta molto parlarne, approfondirlo, sentirlo mio. Ecco, in questo caso, di fronte a un Sangiovese come questo, la mia mente suggerisce da subito la celebre frase di una canzone di Zucchero; “lei lo fa come avesse sete…”. Al di là di ogni significato che le si può attribuire, il rimando ad una donna intenta ad amare e farsi amare è inevitabile. Un gusto capace di risvegliare anche sensazioni tattili di pelle a pelle e odori privati. Un vino che definirei carnale. Isole…

  • 2004,  IGT,  Isole e Olena,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana

    2004 Cabernet Sauvignon Collezione De Marchi, Isole e Olena

    Duilio Del Prete, dunque. Cosa c’entra Duilio Del Prete? C’entra perché fu il primo a tradurre in italiano una canzone di Jacques Brel di pochi anni prima, il cui titolo qui da noi è La Canzone Dei Vecchi Amanti. Di Del Prete si ricordano in pochi, eppure fu un uomo poliedrico, attore e cantante, uno spirito libero e curioso, dotato di fantasia e di intuizione, deciso e rapido nell’esecuzione. La sua traduzione di quella canzone fu in seguito più volte rivista e modificata, fino al punto di svolta di Battiato che la incise in un album di vecchi brani di altri autori, Fleurs, consegnandola alla contemporaneità. Tuttavia la versione alla…