• 2018,  Asolo Montello,  DOC,  Giusti,  ROSSI,  VENETO

    2018 Augusto Recantina Montello Colli Asolani DOC, Giusti Wine

    Il ritorno di Ermenegildo Giusti a casa dopo aver fatto fortuna in Canada e negli Stati Uniti non poteva essere di certo sottotraccia e allo stesso tempo espressione di riconoscenza verso i territori di origine ovvero i Colli Asolani e il Montello. L’impegna paesaggistico e di ospitalità è davvero impressionante nei 100 ettari della tenuta suddivisa in vigneti e sottozone e con coltivazioni specifiche. Oltre al Prosecco Asolo DOCG presenti ovviamente Prosecco Rosè e alcuni rossi tra cui uno dei più curiosi è “Augusto” a base di uve recantina. Si tratta di un uva presente da sempre in zona e documentata a partire dal Rinascimento e poi via via abbandonata.…

  • 2018,  Asolo Montello,  DOC,  Giusti,  ROSSI,  VENETO

    2018 Montello Colli Asolani Recantina Augusto, Giusti

    Se conoscete la recantina, uva autoctona presente sin dai tempi antichi esclusivamente nel Montello e nei Colli Asolani, avete tutta la mia stima; l’Italia è piena di vitigni straordinari come questo, sta a noi (ri)scoprirli. Le aziende che valorizzano il territorio e ogni singolo pezzetto di storia, talvolta rappresentato ad esempio da una specifica cultivar, sono tantissime. Giusti Wine è una solida realtà vitivinicola di Nervesa della Battaglia (TV), indubbiamente rientra in questa categoria e con la recantina sta facendo un lavoro egregio, questa è la seconda annata che recensisco e devo ammettere che l’Augusto un po’ alla volta mi sta davvero conquistando. Nonostante esistano documenti scritti che testimoniano la…

  • 2020,  DOC,  Giusti,  METODO MARTINOTTI,  Prosecco,  ROSATI,  VENETO

    2020 Prosecco Rosé Extra Dry Rosalia, Giusti

    Il tema Prosecco Rosé, tra gli addetti ai lavori e semplici appassionati di vino, ha smosso non pochi dubbi e polemiche negli ultimi mesi. Francamente non mi è chiaro il motivo, anche perché la famosa Doc veneta nella versione Rosé prevede la possibilità che venga aggiunto, ad un minimo di glera 85 – 90%, del pinot nero (vinificato in rosso) dal 10 al 15 %. Detto ciò, considerando la tipologia di vino in questione, ovvero uno dei brand più famosi e venduti al mondo, non mi meraviglia affatto che le aziende coinvolte abbiano voluto sperimentare la versione in rosa, categoria sempre più richiesta in tutto il mondo; francamente son stupito…