• 2013,  Gianfranco Fino,  IGT,  PUGLIA,  ROSSI,  Salento

    2013 Negroamaro Jo, Gianfranco Fino

    Ho sempre preferito il Jo al più osannato Es di Gianfranco Fino. In generale il tocco tannico del negroamaro ha maggiori capacità di riequilibrare il marcato imprinting fruttato dei due vitigni di quanto non abbia, di suo, il primitivo. Ciò non toglie che l’Es rientri tra gli esemplari migliori di vini da uve primitivo.Tutto l’apparato organolettico del Jo incarna i tratti attesi e tipici: un colore rubino scuro, impenetrabile, già cangiante verso sfumature granate; un’impronta olfattiva incentrata su profumi di frutta surmatura, quasi confit, fiori appassiti, humus, profumi di sottobosco, accanto a marcate note terziarie di cacao e spezie dolci derivanti dalla sosta di dodici mesi in barriques metà nuove…