• 2012,  DOC,  Garda,  La Basia,  LOMBARDIA,  ROSSI

    2012 Garda Marzemino Le Morene, La Basia

    Nel Garda – mediamente – non si beve granché bene, diciamocelo. Sarà forse per il turismo teutonico ma spesso si trovano bianchi dal finale glicerico o rosati troppo spensierati. La Basia di Giacomo Tincani è la classica eccezione che vale una sosta in loco, ma anche nelle vostre cantine, visto come si esprimono (soprattutto i rossi) sul medio periodo. Ottime conferme per questo Marzemino Le morene 2012, in bellissima forma sin dal naso, vivissimo e centrato su un dialogo accattivante tra secondari e terziari. Quindi spezie dolci, frutto rosso molto maturo, ma anche rimandi balsamici vagamente erbacei prima e di grafite poi. Stessa vivacità in bocca: ingresso caldo e molto…

  • 2008,  DOC,  La Basia,  LOMBARDIA,  Riviera del Garda Classico,  ROSATI

    2018 Valtènesi La Moglie Ubriaca, La Basia

    Siamo tutti abbastanza grandi per sapere a menadito che il rosato non è un vino esclusivamente estivo e blablabla. Perciò, secondo questo assioma, mi sono premurata di accaparrare in tempi non sospetti un paio di casse del Valtènesi Chiaretto in questione prodotto dal giovane Giacomo Tincani. A rendere speciale la bottiglia è la facilità del sorso agile, pieno e appagante, più di un bicchiere di fresca acqua di fonte in una giornata arida e gialla. Groppello in prevalenza, un po’ di barbera, poi marzemino, infine il sangiovese che dà quella sfumatura di agrume che rende il vino irresistibile. Rosato pieno di slancio, giocato in sottrazione con i suoi bei profumi…