• 2012,  AOC,  CHAMPAGNE,  Diebolt-Vallois,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2012 Champagne Fleur de Passion, Diebolt Vallois

    Approccio olfattivo folgorante questo 2012 di Jacques Diebolt, storico vigneron di Cramant che amo e stimo sin dal primo giorno che l’ho conosciuto. È luminoso e iridescente al naso ma allo stesso tempo opulento, autorevole, solido, quasi monolitico nelle sue sensazioni di pietra focaia, olii essenziali agli agrumi, eucalipto, resina, muschio bianco. Dirompente anche al al palato, dove la verve acida accende le sensazioni agrumate, entrambe ancorate a una trama salina, rocciosa, ampia. È appagante, vinoso, pervaso da una sontuosa mineralità e da un’acidità ancora tagliente, con una persistenza che sfuma su note di mou nel finale. Da bere adesso se si è in urgenza di piacere, da dimenticare in…

  • 2008,  AOC,  CHAMPAGNE,  Diebolt-Vallois,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2008 Champagne Brut Fleur de Passion, Diebolt-Vallois

    Chardonnay in purezza da vigne vecchie di almeno 40 anni di Cramant, prodotto solo nelle annate ritenute eccezionali, senza malolattica, senza filtrazioni. Uno Champagne vecchio stile, talmente buono che delle due l’una. O lo si beve da soli, che se lo si ha tra le mani di certo lo si merita, o lo si beve con qualcuno di davvero speciale, che quindi se lo merita di conseguenza. Nessun’altra opzione dovrebbe, nei fatti, esser ammessa. È la terza bottiglia che stappo di questa annata ed è sempre un volo in un altro sistema, parallelo. L’aspetto più intrigante, che condivide con diversi attuali Champagne che piacciono tanto a noi enotossici, è la…