• 2018,  Cascina Boccaccio,  DOCG,  Dolcetto di Ovada Superiore,  PIEMONTE,  ROSSI

    2018 Dolcetto d’Ovada Superiore Celso, Cascina Boccaccio

    Se l’obiettivo è quello di avere nel bicchiere un vino contadino che sappia esprimere l’essenza del proprio territorio, il Celso 2018 della Cascina Boccaccio, un Ovada, è un’eccellente soluzione. Certo, il Celso di Roberto Porciello dà il meglio di sé dopo qualche anno in bottiglia, ma non è sempre detto che l’attesa del piacere sia essa stessa piacere, e dunque è meglio prenderne un paio di bottiglie e una godersela subito e l’altra serbarla in cantina . Ha un frutto cristallino, un’acidità netta, una sapidità avvincente e una florealità elegantissima, che è poi tra le prerogative dei rossi di Ovada, e ha anche una beva strepitosa, cosa non scontata per…