• 2016,  AOC,  CHARMES-CHAMBERTIN,  FRANCIA,  Remoissenet Père et Fils,  ROSSI

    2016 Charmes Chambertin Grand Cru, Remoissenet Père et fils

    Uno dei grand cru di Borgogna meno frequentati ma sempre incantevole come vuole il nome. Questo 2016 vinificato dalle mani femminili di Claudie Jobard ha colore e naso di frutto sublime incantevole di ribes rosso rosa damascata e tabacco , camemoro e anice, sorso di eleganza finezza e sontuosità sempre sottesa. Nel finale rivela una persistenza che si regge su trama tannica fitta come un arabesco metallico, non finisce ma traguarda i decenni facendoci per fortuna godere fin da subito e parecchio.

  • 2011,  AOC,  BOURGOGNE,  CHARMES-CHAMBERTIN,  Dugat-Py,  FRANCIA

    2011 Charmes-Chambertin Gran Cru, Dugat-Py

    Le due difficoltà alla cieca quando incontri un vino di Dugat-Py stanno sostanzialmente nel fatto che: A) se ne bevono ormai pochissimi; B) dà a mio avviso, in fascia giovanile, il meglio di sé in annate minori. Anche in questo caso taaaack un 2011 assassino che chiama assolutamente Borgogna con una dinamica assolutamente spiazzante, certo non da 2011. Più tensione, più articolazione in tutto; ha una spezia che tende a fregarti per intensità (vorrei vedere i legni che usa oggi per scrupolo), ma ha pure una integrità di frutto che esce fuori dal bicchiere cristallina; proprio grazie al fatto di essere annata minore si disperde quella sua struttura estrattiva importante,…