• 2018,  AOC,  BEAUJOLAIS,  BEAUJOLAIS-VILLAGES,  FRANCIA,  Michal Clotaire,  ROSSI

    2018 Beaujolais-Villages La Napoleon Vignes Centenaires, Michal Clotaire

    Noi rossisti malati sinceramente ce ne infischiamo delle temperature esterne. Al massimo diminuiamo lo spettro tannico delle nostre bevute, mettiamo le nostre bevande alcoliche in frigo e ce le godiamo di fronte a un certo sdegno altrui.Dell’azienda e della sua assenza di fronzoli e retoriche, ha già parlato Sara, scolandosi l’annata precedente, che, sul mio personale cartellino, è un filo meno golosa di questa 2018. Questa però è la vigna centenaria, con tutto quello che comporta in termini di profondità e complessità aggiuntive. Il naso è gioiosamente fresco, con tutte le più classiche note rosse del Gamay, ma con qualche cenno floreale e minerale. La bocca, però, è il suo…

  • 2017,  AOC,  BEAUJOLAIS,  BEAUJOLAIS-VILLAGES,  FRANCIA,  Michal Clotaire,  ROSSI

    2017 Beaujolais-Villages La Napoleon, Michal Clotaire

    Domenica di cielo lattiginoso. Barbecue in terrazza: salsicce e costicciole marinate con gli odori delle erbe aromatiche ed è subito tamarraggine latinos, canotta e reggaeton. Al posto della birra cheap però si stappa un Beaujolais facile. Clotaire è il classico produttore che meglio incarna il mito del buon selvaggio. Talentuoso, riservato, generoso. Non ha un sito internet nonostante la giovane età. Questa è la classica etichetta che userei per riempire la cambusa in caso di pandemia.Ops.Più che glou glou, questo è un vino yum yum. Colore quasi impenetrabile, ma si vede che sotto sotto è porpora. Gamay tutto frutto, purché il frutto sia rosso e con tendenza acidula. Si apre…