• 2015,  Barbaresco,  DOCG,  PIEMONTE,  Rizzi,  ROSSI

    2015 Barbaresco, Rizzi

    Ai dogmi e ai pregiudizi da sempre non abbocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,io non perdono, non perdono e tocco! Il tannino del Barbaresco 2015 di Rizzi non perdona, e come farebbe un fiorettista, tocca. Tocca con precisione ed eleganza i punti giusti della nostra lingua. I recettori si attivano, il piacere dalla bocca pervade tutto il resto del nostro corpo, infondendoci un estremo senso di beatitudine. Un tannino che svolge bene il ruolo di esoscheletro, che da vigore ad una trama già scritta ma mai scontata. Astringe ma di certo non respinge il sorso successivo, anzi invita a farlo. Insomma, il classico tannino didattico.…

  • 2016,  Barbaresco,  DOCG,  PIEMONTE,  Produttori del Barbaresco,  ROSSI

    Barbaresco 2016, Produttori del Barbaresco

    In quell’estate fece caldo, parecchio caldo, ponendosi al sesto posto tra le stagioni estive più calde degli ultimi 59 anni. Non tra le peggiori comunque. L’autentica estate continuò comunque a settembre e soprattutto nella prima metà del mese. Poi, nella serata del 14 e del 15 settembre, un flusso di aria fredda instabile si diffuse per tutto il Piemonte provocando forti temporali e qualche spruzzata di neve (40 cm sul colle dell’Agnello), che proseguirono sino al giorno 18. Poi nuovamente il sereno e le temperature si assestarono a più miti consigli. E allora mi domando se e come un vino di siffatta natura e speciale classe possa contenere in sé…