• 2017,  BIANCHI,  DOC,  Italo Cescon,  Piave,  VENETO

    2017 Manzoni Bianco Madre, Italo Cescon

    Qui è dove si narra di quando l’Incrocio Manzoni 6.0.13 o Manzoni Bianco che dir si voglia, è salito in cattedra.  In realtà è un po’ di tempo che girando per cantine venete, in particolare della Doc Piave, si trovano in bottiglia espressioni molto interessanti di questo vitigno, ma il Madre della famiglia Cescon è quello che, più di tutti, ha saputo regalarmi le giuste vibrazioni. Correva l’anno 1954 quando Italo Cescon, fatto assolutamente audace per l’epoca, si mise a vendere vino esclusivamente in bottiglia, legando la sua immagine all’inconfondibile tralcetto legato al collo della bottiglia. Dagli anni ’90, con al timone i figli di Italo, Gloria, Graziella e Domenico,…

  • 2019,  Bardolino,  DOC,  ROSATI,  Soc. Agr. Agrostem,  VENETO

    2019 Bardolino Chiaretto Lagosud, Soc. Agr. Agrostem

    Fermentazione spontanea in acciaio, quattro mesi di affinamento sulle fecce fini, nessuna filtrazione.Siamo a Castelnuovo del Garda per questo Chiaretto dal colore che replica i rosati “provenzali” (la foto ne accentua la carica cromatica, non rendendo giustizia al colore rosa pallido del vino).Delicato nei profumi, con lievi accenni di frutti rossi freschi, tocchi floreali in lontananza e ricordi salmastri. Il gusto si allinea alla delicatezza dell’olfatto, con una sensazione di leggera “succosità” che si ferma al centro bocca per poi virare verso un finale sapido e fresco, che non allunga, più sapido che fresco. Decisamente migliorato ad una settimana dall’apertura, più armonizzato nelle sue parti, con il tappo a vite…

  • 1997,  Colli Euganei,  DOC,  ROSSI,  VENETO,  Vigna Cecilia di Baone

    1997 Colli Euganei DOC Filò delle Vigne Riserva, Vigna Cecilia di Baone

    Il Filò delle Vigne si trova nella zona sud dei Colli Euganei quella più calda con un clima più mediterraneo rispetto agli altri versanti. Il suolo si compone di calcare stratificato di origine sedimentaria, motivo per cui tutti i vini si caratterizzano per una componente salata già dal primo impatto. Ho assaggiato questo Vigna Cecilia di Baone una riserva di cabernet franc e cabernet sauvignon affinato in vasca di cemento per due anni. Naso ampio, ricco, con di sentori di frutta matura, spezie, liquirizia, polvere di cacao eucalipto secco. Con qualche giro sul bicchiere si apre verso sentori più floreali di viola. Con i suoi ventiquattro anni di età non…

  • 2018,  Asolo Montello,  DOC,  Giusti,  ROSSI,  VENETO

    2018 Augusto Recantina Montello Colli Asolani DOC, Giusti Wine

    Il ritorno di Ermenegildo Giusti a casa dopo aver fatto fortuna in Canada e negli Stati Uniti non poteva essere di certo sottotraccia e allo stesso tempo espressione di riconoscenza verso i territori di origine ovvero i Colli Asolani e il Montello. L’impegna paesaggistico e di ospitalità è davvero impressionante nei 100 ettari della tenuta suddivisa in vigneti e sottozone e con coltivazioni specifiche. Oltre al Prosecco Asolo DOCG presenti ovviamente Prosecco Rosè e alcuni rossi tra cui uno dei più curiosi è “Augusto” a base di uve recantina. Si tratta di un uva presente da sempre in zona e documentata a partire dal Rinascimento e poi via via abbandonata.…

  • 2018,  Asolo Montello,  DOC,  Giusti,  ROSSI,  VENETO

    2018 Montello Colli Asolani Recantina Augusto, Giusti

    Se conoscete la recantina, uva autoctona presente sin dai tempi antichi esclusivamente nel Montello e nei Colli Asolani, avete tutta la mia stima; l’Italia è piena di vitigni straordinari come questo, sta a noi (ri)scoprirli. Le aziende che valorizzano il territorio e ogni singolo pezzetto di storia, talvolta rappresentato ad esempio da una specifica cultivar, sono tantissime. Giusti Wine è una solida realtà vitivinicola di Nervesa della Battaglia (TV), indubbiamente rientra in questa categoria e con la recantina sta facendo un lavoro egregio, questa è la seconda annata che recensisco e devo ammettere che l’Augusto un po’ alla volta mi sta davvero conquistando. Nonostante esistano documenti scritti che testimoniano la…

  • 2013,  DOC,  ROSSI,  Secondo Marco,  Valpolicella Ripasso,  VENETO

    2013 Valpolicella Classico Ripasso, Secondo Marco

    La cantina di Marco Speri si trova a Fumane nella Valpolicella Classica. Il nome della sua cantina “Secondo Marco” mette in luce la sua idea di vino rispetto a questo territorio. Messa giù così ci si potrebbe aspettare qualcosa di estremo invece Marco interpreta in modo fedele il suolo e la cultura che ruota attorno a Fumane. Uno stile assolutamente classico, elegante, fine, affusolato proprio come si richiede a vini di qua. Questo suo Ripasso in versione Magnum con etichetta in seta ricamata è un bellissimo esempio di cosa aspettarci di un vino della Valpolicella Classica. Il colore è rosso rubino luminoso e vivido. Il naso è molto elegante, tratteggiato…

  • 2020,  BIANCHI,  DOC,  Lugana,  Tommasi,  VENETO

    2020 Le Fornaci Lugana Doc, Tommasi

    Mi chiedono: vuoi partecipare a questa degustazione di Lugana?Ma certo, volentieri; il Lugana è una roba che maneggio poco, per le poche esperienze avute l’ho sempre messo in abbinamento al pesce di lago bello grassetto e terroso, ché in Umbria abbiamo solo quello per bagnarci i garretti quando la stagione calda si fa aggressiva, non te la fai una carpa regina dopo il bagno lacustre?Del Lugana ne ho un ricordo vago, di vino abbastanza duttile per la timida presenza scenica; un po’ come certi colori neutri che si indossano quando non si riesce a trovare niente nell’armadio. So di dare un giudizio molto forte su una denominazione che ho appena…

  • 2020,  DOC,  Giusti,  METODO MARTINOTTI,  Prosecco,  ROSATI,  VENETO

    2020 Prosecco Rosé Extra Dry Rosalia, Giusti

    Il tema Prosecco Rosé, tra gli addetti ai lavori e semplici appassionati di vino, ha smosso non pochi dubbi e polemiche negli ultimi mesi. Francamente non mi è chiaro il motivo, anche perché la famosa Doc veneta nella versione Rosé prevede la possibilità che venga aggiunto, ad un minimo di glera 85 – 90%, del pinot nero (vinificato in rosso) dal 10 al 15 %. Detto ciò, considerando la tipologia di vino in questione, ovvero uno dei brand più famosi e venduti al mondo, non mi meraviglia affatto che le aziende coinvolte abbiano voluto sperimentare la versione in rosa, categoria sempre più richiesta in tutto il mondo; francamente son stupito…

  • 2018,  BIANCHI,  Bianco di Custoza,  DOC,  Monte del Frà,  VENETO

    2019 Custoza Superiore Cà del Magro, Monte del Frà

    Il nome è quello di un vigneto di circa 30 anni caratterizzato da sassi e ghiaia (ma anche argilla) con esposizione a sud-est. Criomacerazione prefermentativa, pressatura soffice, fermentazione e affinamento “sur lies” in tini di acciaio e cemento per l’uva garganega da ottobre a maggio (per trebbiano toscano, cortese, incrocio manzoni solo acciaio). Segue poi la messa in bottiglia per almeno 6 mesi prima della vendita. Bianco di sicura eleganza, che nel bicchiere cresce con il passare dei minuti sia in termini di complessità che di finezza. Apre su toni di fiori bianchi e di camomilla, di agrumi e di pesca bianca per poi lasciare spazio a leggerissime note minerali,…

  • 2019,  BIANCHI,  Bianco di Custoza,  DOC,  Monte del Frà,  VENETO

    2019 Custoza, Monte del Frà

    Assaggio delicato che fa della semplicità e della freschezza di beva il proprio tratto più distintivo. Garganega, trebbiano toscano, cortese per un Custoza molto classico, ben delineato e assai piacevole, perfettamente aderente all’idea che il sottoscritto aveva della denominazione. Primo vino di Monte del Frà, vinificato per la prima volta e da allora ininterrottamente oltre 60 anni fa, oggi frutto di una pressatura soffice a basse temperature e successiva criomacerazione prefermentativa, seguite da una lunga fermentazione in acciaio a temperatura controllata. Molto chiaro: albicocca, fiori bianchi e leggere nuances vegetali prima di un assaggio fresco, leggermente sapido, tratteggiato da una leggerissima sfumatura minerale. Grande beva.