2014,  BIANCHI,  CAMPANIA,  Ciro Picariello,  DOCG,  Fiano di Avellino

2014 Fiano di Avellino, Ciro Picariello

La longevità del Fiano di Avellino è argomento ormai assodato e fuori discussione. Un grande vitigno a bacca bianca capace – nelle sue migliori espressioni – di sfidare il trascorrere del tempo ben oltre il decennio, perdendo forse in esuberanza ma guadagnando in profondità, complessità ed eleganza. Tra le etichette della denominazione che meglio incarnano il concetto sopra espresso c’è quella di Ciro Picariello, vignaiolo che anno dopo anno, vendemmia dopo vendemmia, esprime vini autentici, territoriali e piacevolissimi.

Uve provenienti dalla selezione dei vigneti di proprietà di Summonte e Montefredane, fermentazione di 60 giorni a temperatura controllata ed affinamento in acciaio per circa dieci mesi con frequenti bâtonnages.

Paglierino/dorato, mediamente intenso e di ottima consistenza alla vista. Naso pulito, non strabordante ma fine ed articolato, con le prime (leggere) note evolutive a far capolino nel bicchiere ma ancora decisamente vivo, giocato su note floreali di ginestra, nocciola tostata, nespola, canditi e l’immancabile sfumatura salmastra/sulfurea/torbata in sottofondo.

In bocca regala sprazzi di eccellenza, grazie ad un corpo pieno ma non certo mastodontico ed un equilibrio ormai pienamente raggiunto tra morbidezza e freschezza, tra sapidità e calore alcolico. Persistenza molto buona, finale in cui ritornano ancora una volta le note saline a pulire il sorso ed invogliare quello successivo, in un eterno circolo vizioso che vorresti non finisse mai.


Via Marroni, 18A
83013 Summonte (Avellino) – Italia
Tel. +39 347 888 5625
https://www.ciropicariello.it
  • NOTARGIOVANNI [10/05/21] - 9/10
    9/10
9/10
Sending
User Review
8.47/10 (3 votes)

Rispondi