2019,  Antonio Camillo,  IGT,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana

2019 Ciliegiolo, Antonio Camillo

L’iscrizione dell’etichetta del Ciliegiolo di Antonio Camillo riporta la dicitura “Vini di Territorio”. Il territorio di cui si parla è la Maremma Toscana, al confine tra Lazio e Toscana, a metà fra il lago di Bolsena e il Mar Tirreno. Qui Antonio Camillo negli anni ha ricercato e preso in gestione molte vecchie vigne sparse qua e là nella zona.
Le uve del Ciliegiolo di Antonio Camillo provengono da vigneti di oltre 40 anni di età, piantati tra i 200 e i 400 metri s.l.m. tra i comuni di Manciano e Capalbio, su terreni a prevalenza argillosa con parecchio pietrisco ad albergarci dentro. Dopo la vendemmia il mosto fermenta in acciaio, a contatto con le bucce per un paio di settimane, quindi il vino viene spedito a farsi le ossa per 6 mesi in alloggi di cemento. 3 mesi di riposo in bottiglia e poi “tanti saluti Ciliegiolo, che il fato ti sorrida”. Il fato lo ha condotto da me.
Il vino è di uno splendido rosso rubino, molto carico, trasparente. Profumo per nulla banale, piacevolmente sfaccettato, dove la prevedibile marasca è accompagnata da profumi vegetali di sottobosco e foglie bagnate, di liquirizia, pepe rosa e una leggera sfumatura di mentuccia.
Il sorso è succoso e sapido, con un tannino impercettibile. Il sapore è intenso e resta a lungo in bocca, con richiami finali di pepe e marasca.

Antonio Camillo vini di territorio
Località Pianetti di Montemerano,
58014 Manciano (GR)
339 152 5224

  • FIORDIPONTI [02/05/21] - 8.5/10
    8.5/10
8.5/10
Sending
User Review
9/10 (4 votes)

Rispondi