2018,  Asolo Montello,  DOC,  Giusti,  ROSSI,  VENETO

2018 Montello Colli Asolani Recantina Augusto, Giusti

Se conoscete la recantina, uva autoctona presente sin dai tempi antichi esclusivamente nel Montello e nei Colli Asolani, avete tutta la mia stima; l’Italia è piena di vitigni straordinari come questo, sta a noi (ri)scoprirli. Le aziende che valorizzano il territorio e ogni singolo pezzetto di storia, talvolta rappresentato ad esempio da una specifica cultivar, sono tantissime. Giusti Wine è una solida realtà vitivinicola di Nervesa della Battaglia (TV), indubbiamente rientra in questa categoria e con la recantina sta facendo un lavoro egregio, questa è la seconda annata che recensisco e devo ammettere che l’Augusto un po’ alla volta mi sta davvero conquistando. Nonostante esistano documenti scritti che testimoniano la presenza dell’uva già dal periodo rinascimentale, è assurdo pensare che fino a qualche anno fa questo vitigno era a rischio d’estinzione, solo dieci gli ettari vitati. Fortunatamente il lento lavoro di recupero attuato da alcune famiglie del territorio, tra cui quella di Ermenegildo Giusti, ha permesso una vera e propria ripresa. Le uve che caratterizzano quest’etichetta, anche nell’annata 2018, derivano da vigneti ubicati a Nervesa della Battaglia (TV) nelle tenute  “Aria Valentina” ed “Emily”. I terreni tipici del Montello, ricchi di ferro e argilla, conferiscono al vino una spiccata profondità e toni del tutto particolari. La fermentazione avviene in acciaio con macerazione di 15 giorni, la malolattica e il conseguente affinamento in botti di rovere di Slavonia da 2,5 t per 12-14 mesi, più un periodo in bottiglia prima della vendita. Manto rubino caldo, profondo, unghia porpora. Il respiro è piuttosto intenso e penetrante: frutti di rovo spremuti, tra tutti ribes nero e mirtillo, amarena matura; ben presto la freschezza di palesa grazie a sbuffi balsamici di mentolo e un ricordo d’eucalipto. I toni boschivi s’intrecciano all’aroma di liquirizia, chiodo di garofano e grafite; chiude il comparto speziato che sa di pepe nero, tabacco e legni nobili. Gran bel naso, austero e in continua evoluzione. Al palato ritrovo un tannino piuttosto fitto, dolce, il vino è ancora giovane, tuttavia mostra già buon bilanciamento tra parti sapide e acide, la freschezza è notevole e rende l’insieme piuttosto slanciato, di ottima beva. Il finale è pulito, richiama la spezia e i toni balsamici percepiti al naso; ciò che colpisce maggiormente è la profondità, un vino lunghissimo che s’attacca al palato senza in nessun modo volerlo saturare. Abbinato ad un piatto di polenta con spezzatino di cervo fa la sua bella figura.

Foto di Danila Atzeni

Cantina Giusti Wine
Via Arditi, 14/A, 31040 Nervesa della Battaglia TV
0422 720198 – welcome@giustiwine.com

  • LI CALZI [ 22/04/21] - 8.8/10
    8.8/10
8.8/10
Sending
User Review
9.95/10 (2 votes)

Rispondi