BIANCHI,  Ca' Apollonio,  IGT,  VENETO,  Veneto

3.6.9. Ca’ Apollonio

La realtà dei vitigni Piwi in Italia, sebbene occupi attualmente una posizione abbastanza marginale nel contesto della produzione vitivinicola, sta innegabilmente conquistando sempre più importanza. Per chi non ne avesse ancora sentito parlare si tratta di vitigni ottenuti per ibridazione, resistenti alle malattie fungine come oidio e peronospera, che necessitano di trattameni chimici drasticamente ridotti.
In questo settore, che promette un importante incremento negli anni a venire, merita attenzione l’iniziativa alla base del progetto Ca’ Apollonio a Romano d’Ezzelino, in provincia di Vicenza. Qui il titolare Massimo Vallotto, con la moglie Maria Pia e l’enologo Nicola Biasi, hanno messo a dimora 6 ettari di vitigni Piwi, divenedo di fatto la più grande realtà vitivinicola d’Europa dedicata esclusivamente ad essi. La cantina dovrebbe prevedere, a partire da quest’anno, anche il servizio di accoglienza turistica, creato con lo scopo di attirare gli enolovers più curiosi, e di far conoscere il progetto grazie a questo lavoro di divulgazione.
Proprio per quest’ultima ragione, la cantina ha prodotto in anteprima un vino che ha sottoposto all’attenzione di critici e degustatori: un Souvigner Gris in purezza chiamato 3.6.9.. Il nome rievoca i 3 anni di sovesci, 6 anni di impianti, 9 anni di permacultura che stanno dietro questo vino, prodotto con un’uva creata nel 1983 in Germania dall’incrocio tra Seyval e Zähringer (quest’ultio incrocio di Gewurztraminer e Riesling).
Il mio campione, senza annata, è caratterizzato da un colore giallo paglierino di buona consistenza con sentori iniziali di susina, pesca bianca e clorofilla, seguiti da foglia di peperone, menta e biancospino e, infine, da echi di pepe bianco e idercarburi. In bocca ha un attacco glicerico e regala un’iniziale dolcezza, immediatamente interrotta da una piacevole scossa acida che ribalta l’impianto gustativo; da quel momento in poi il sorso si svilupperà alternando le due sensazioni in un piacevole gioco di rimandi, arricchito dai richiami a frutta e idrocarburi, presenti fino alla chiusura di buona lunghezza.

Ca’ Apollonio
Via Roma, 1, 36060
Romano D’ezzelino VI
  • FABBRETTI [23/04/21] - 8.9/10
    8.9/10
8.9/10
Sending
User Review
5.63/10 (3 votes)

0 Comments

  1. Pingback: 3.6.9. s.a., Ca' Apollonio Wine Taste 26 Aprile 2021

Rispondi