2017,  Cantina Passopisciaro,  DOC,  Etna,  ROSSI,  SICILIA

2017 Etna Rosso Passorosso, Passopisciaro

2018, DOC, ETNA, SICILIA, ROSSO, PASSOPISCIARO

La cantina di Passopisciaro è il sogno ad occhi aperti, diventato realtà, di Andrea Franchetti che, dopo essersi imposto all’attenzione dei palati più esigenti, con i grandi vini della Tenuta di Trinoro, decide di imbarcarsi nell’avventura siciliana. Il suo lavoro di riqualificazione della viticoltura etnea è stata una scommessa che, sebbene iniziata appena nel 2000, diede impulso ad una vera e propria rinascita dei “vini del vulcano”.
Sebbene tutti identifichino Passopisciaro con l’iconico Franchetti, vale la pena ricordare che la sua prima annata di produzione fu il 2005 e che il primo vino rosso commercializzato fu il più modesto Passopisciaro. Il vino era un assemblaggio di uve di nerello mascalese allevate ad alberello, provenienti da vari vigneti molto vecchi (80-110 anni), sul versante Nord dell’Etna, a diverse quote di altitudine (tra i 550 e i 100 metri s.l.m.), con terreni che variano da ghiaia a grana grossa vulcanica (di origine più recente) a ossido e polvere di lava (di origine più antica). Oggi il Passopisciaro ha mutato nome in Passorosso ed ha conseguito la denominazione Etna Rosso Doc, ma l’anima è rimasta la stessa, come la stessa è la volontà di proporre un vino che racchiuda, in un collage omogeneo, l’impronta gustativa di tutte quelle terre.
L’annata di produzione del vino in assaggio, la 2017, è stata caratterizzata da un’estate particolarmente calda, quasi del tutto priva di significative escursioni termiche notturne, situazione che ha causato un anticipo di maturazione. Le uve, raccolte in un inevitabile stato di surmaturazione, con una settimana d’anticipo, sono state vinificate in vasche d’acciao, per poi svolgere la fermentazione malolattica in botti grandi di rovere. All’invecchiamento di 18 mesi, avvenuto nelle medesime botti, è seguito l’imbottigliamento, effettuato con la luna calante.
Nel bicchiere il vino mostra un colore rubino vivo e scintillante, con nuances porpora, e trasmette al naso profumi iniziali di arancia sanguinella, china e macchia mediterranea, seguiti da echi di frutta rossa, terra umida e canfora, con un accenno conclusivo a toni affumicati ed ematici. In bocca spiccano nuovamente la componente ematica, e quella affumicata, il tutto supportato da una buona freschezza e una piacevole vena amaricante, che accompagna il sorso fino alla chiusura su toni di cipria e frutta rossa.

Passopisciaro
Contrada Guardiola – 95012
Castiglione di Sicilia (Catania)
Tel: +39.0942395449
passopisciaro@vinifranchetti.com
http://www.vinifranchetti.com/it/passopisciaro/

  • FABBRETTI [04/04/21] - 8.8/10
    8.8/10
8.8/10
Sending
User Review
3.95/10 (2 votes)

0 Comments

Rispondi