2007,  DOC,  Dolcetto d'Alba,  Giuseppe Rinaldi,  PIEMONTE,  ROSSI

2007 Dolcetto d’Alba, Giuseppe Rinaldi

Non ho mai pensato ad un dolcetto come vino da invecchiamento. Ho sempre creduto nella longevità dei vini di Beppe Rinaldi indipendentemente dal vitigno utilizzato. Questo 2007 non mi ha tradito. Ancora una volta il “Citrico” di Barolo ha lasciato il suo segno.

Vino che si preannuncia in stato di grazia già da quel colore acceso, rosso rubino vivo quasi sangue. Il naso dimostra profondità facendo intendere i suoi talenti senza se e senza ma. Non vuole fare mistero di ciò che è donandosi fin dal primo approccio, sebbene con ritmi lenti. Sulle prime arriva una nota di sottobosco, muschio e liquirizia, segue la polvere di cacao, prugna matura, ma anche lievi sentori balsamici di eucalipto e pepe nero. Con il passare dei minuti escono note più floreali di viola secca e petalo di rosa. Al palato è intenso, suadente, saporito, succoso, i tannini sono dolci e ben distesi. L’acidità lavora senza tregua rendendolo ancor più vivo se ce ne fosse stato bisogno. La persistenza gustativa è continua il vino non si arrende praticamente mai. 

Azienda Agricola Giuseppe Rinaldi
Via Monforte, 2, 12060 Barolo CN
Tel: 0173 56156

  • GIACOBBO [07/04/21] - 8.8/10
    8.8/10
8.8/10
Sending
User Review
7.17/10 (3 votes)

Rispondi