2016,  Alta Langa,  DOCG,  Ferdinando Principiano,  METODO CLASSICO,  PIEMONTE

2016 Alta Langa Leonardo, Ferdinando Principiano

Da qualche anno alcuni produttori, sopratutto quelli molto rispettosi della terra (qualcuno li chiama naturali), hanno iniziato a produrre i loro metodo classico con una variante. Inducono infatti la seconda fermentazione non con la alchemica miscela di zuccheri (e dio sa che altro: penitentiagite) denominata liqueur de tirage, bensì con l’aggiunta di semplice mosto d’uva. Il metodo si chiama Solouva e la pratica vale anche per la successiva fase del dosaggio. Pionieri del metodo in Italia, a quanto mi risulta, furono i franciacortini Arcari e Danesi. Oggi gli adepti sono diversi e si trovano un po’ ovunque.
La strada è seguita, tra gli altri, da Ferdinando Principiano, per questo suo Alta Langa a prevalenza pinot nero con robusta partecipazione di chardonnay. Il millesimato della vendemmia 2016 ha passato 30 mesi sui lieviti prima della sboccatura.
Colore giallo piuttosto carico che prelude a profumi di frutta matura, pesca sciroppata, bergamotto e miele. Al sorso si presenta piuttosto vinoso, con una componte di grassezza che lo rende di facile approccio, contrapponendosi al basso residuo zuccherino. Bevibilità, anche gastronomica, che alterna morbidezze a sapidità ed è sostenuta da una solida freschezza.
Il nome, Leonardo, è quello del figlio di Belèn e Ferdinando.

Ferdinando Principiano
Via Alba 47
12065 – Monforte d’Alba (CN)
Tel (+39) 0173 787158
info@ferdinandoprincipiano.it
  • BARBATO [06/03/2021] - 8.5/10
    8.5/10
8.5/10
Sending
User Review
9.33/10 (3 votes)

Rispondi