2014,  GERMANIA,  NAHE,  ROSSI,  Weingut Dönnhoff

2014 Pinot Brut, Dönnhoff

Tutti sanno che la preparazione degli spaghetti a vongole, da qualcuno impropriamente detti “con” le vongole, richiede due imprescindibili attenzioni. La prima è quella di evitare alla pasta qualunque contatto con il pomodoro. La seconda prevede invece l’obbligo di sgusciare accuratamente i piccoli bivalvi, uno ad uno: le cocce, come diceva nonna mia, solo nel sautée.
Alla vigilia dell’ultimo Natale, mentre preparavo il tradizionale piatto (con i lupini, che preferisco alle vongole), ho sentito una voce interiore che chiamava lo chardonnay. Il mio corpo ha avuto un sussulto, subito rifiutandosi di andarne a cercare una bottiglia in cantina. Alla voce ha risposto: no! In questi casi meglio non insistere.
Allora bolla che avevo in frigor, con il classico antagonista champagnardo dello chardonnay, ovvero il pinot nero. Però niente champagne, ché questa vigna sta in Germania, sul fiume Nahe, e si chiama Höllenpfad.
L’annata 2014 ha consentito di produrre 1.387 bottiglie. 50 mesi sui lieviti, con remuage manuale, e sboccatura il 13 agosto 2019. Cosa ne è risultato? Pesca, inopinata pesca che è ritornata nei tre momenti classici della bevuta: colore, profumo, gusto. Pesca e poco altro, forse una mela annurca, una nocciola tritata. Bocca con adeguato grip di freschezza e mineralità, suadente ma non concessiva. Insomma è buono, inusuale, non esaltante.
[Tuttavia sul carciofo crudo in insalata ha tenuto sorprendentemente bene, esaltando il vegetale, tenendo a bada la ferrosità, ridendo in faccia al succo di limone].


Weingut Dönnhoff
Bahnhofstraße 11
D-55585 Oberhausen an der Nahe, Germania
Tel. +49 6755 263
weingut@doennhoff.com
  • BARBATO [25/12/2020] - 8.3/10
    8.3/10
8.3/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Rispondi