2009,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Hubert Soreau,  MÉTHODE CHAMPENOISE

2009 Champagne Brut Le Clos l’Abbé, Hubert Soreau

Hubert Soreau acquista nel 1993 un quarto di ettaro nel Clos l’ Abbé, appena fuori Épernay, vigneto risalente al IX, tra i più antichi della Champagne. Dopo aver lavorato diversi anni in una maison de négoce, accetta la sfida di produrre il primo champagne che provenisse soltanto da questo clos.
La produzione non supera le 2000 bottiglie, prima annata 2007 di una bolla di razza superiore, raro quanto sorprendente.
Le viti sono tagliate alla “chablisienne”, niente chimica in vigna, vendemmia manuale, pressatura verticale, malolattica svolta, affinamento in legno, tirage sur liège, affinamento di almeno 7 anni prima della sboccatura manuale.
La 2009 in quelle zone spaventa un po’ alla cieca, e leggendo alcune note di degustazione avevo paura di trovarmi di fronte ad un Blanc des Blancs un po’ ossidativo, caloroso e un po’ troppo dosato. Ecco…. dimenticatevi l’annata calda, i 5g litro di dosaggio, e le coccole alla crema. Parte timido, spuma finissima, quasi impalpabile. Tocca a te cercarlo e sintonizzarti sulla sua musica: fraseggio elegante tra fiori, pasta di mandorle, mare e gesso. Ricorda un satèn a bassa pressione tanto è sottile il perlage, ha un po’ il tocco leggero di Cédric Bouchard, con la purezza del Mont Benoit di Emmanuel Brochet, ma la lunga sosta sui lieviti lo rende anche più adulto, e molto più a fuoco. Diamante purissimo che brilla e solletica le mucose, quasi elettrico. Zenzero, zest di bergamotto e i suoi oli essenziali accompagnano un sorso che trasuda autenticità contadina e digeribilità impressionanti. Diamante purissimo, di effervescenza luminosa, salgemma e schiuma a far grondare saliva. Bolla al laser, zero pugnette, spara dritto al cuore. Gemma rara per puristi.

Hubert Soreau

  • VAUDAGNA [26/02/2021] - 9.5/10
    9.5/10
9.5/10
Sending
User Review
8.87/10 (3 votes)

Rispondi