2018,  ANJOU,  AOC,  BIANCHI,  Thomas Batardiere

2018 Esprit Libre, Thomas Batardiere

François Morel, scrivendo della Loira nel bellissimo opuscolo edito da Possibilia Editore, afferma che bisognerebbe parlare di “Le Loire”, al plurale, tanti sono i terroirs che si succedono nella vallata di questo fiume, “diversi quanto è cangiante il suo corso”. Dal bianco di Nantes al gamay dell’Alvernia, dallo chenin secco di Anjou fino al sauvignon blanc del Berry, dai passiti dolci al franc di Amur o di Tours ecc. Anjou, denominazione in cui si trovano le vigne di Thomas Batardiere, è terra di vini dolci o moelleux a base chenin, chiamato localmente Pineau de la Loire. Piuttosto che ottenere uve naturalmente botritizzate, a causa di devastanti leggi di mercato si era finiti col praticare lo zuccheraggio dei mosti e ad utilizzare smodatamente la solforosa. È per questo motivo che il mio trasporto verso lo chenin non è stato sempre vivido, avendo ricordi di calici opulenti dall’acidità pronunciata e dall’eccessiva concentrazione di frutto, spesso poco integrate con la sua natura tardiva, e con un uso non propriamente cesellato delle botti.

Fortunatamente, grazie alla resistenza di alcuni vignaioli, la tendenza da molti anni è quella di produrre vini da uve botritizzate solo ed eccezionalmente in annate propizie e di scegliere, in condizioni normali, di produrre vini bianchi secchi, frutto di uve mature ed equilibrate. Thomas Batardiere, che fa certamente parte di questi produttori “illuminati”, ha 3,5 ettari di vigna condotte in biodinamica nella cittadina di Rablay sur Layon. Il suo “Esprit Libre” è uno chenin in purezza prodotto da uve provenienti da tre diverse parcelle. Le fermentazioni alcolica e malolattica partono naturalmente senza inoculo di lieviti e senza controllo delle temperature. La prima sensazione olfattiva rimanda a delicate note di limone candito, cedro e mela, e leggeri effluvi di affumicatura e tostatura. All’assaggio, l’acidità è ben compensata da una saporita mineralità, in un susseguirsi di affilate sensazioni tattili che donano volume ad un sorso dinamico, solo parzialmente frenato da un leggero finale alcolico. Lascia in eredità una bella propulsione e un respiro profondo.

Thomas Batardiere, 64 Grand Rue – 49750 Rablay-sur-Layon Tel 06 83 20 56 97 – thomasbatardiere@free.fr

  • TORTORA [22/02/21] - 8.6/10
    8.6/10
8.6/10
Sending
User Review
10/10 (1 vote)

Rispondi