2002,  Albert Pic,  AOC,  BIANCHI,  CHABLIS PREMIER CRU,  FRANCIA

2002 Pic 1er, Albert Pic

Le festività natalizie sono arrivate accompagnate, come al solito, a un filo di romantica nostalgia, nostalgia che mi ha spinto a scegliere questa storica bottiglia di Chablis.
Forse non si tratta in assoluto della miglior bottiglia della denominazione, ma chi fosse stato un pioniere del commercio del vino non si sarebbe potuto esimere dal berlo almeno una volta.
Importato in Italia dalla società fondata nel 1928 dal barone Amerigo Sagna, il Pic 1er è stata una delle prime bottiglie a cui, in un passato non troppo lontano, il giovane enofilo, in vena di spese, si avvicinava per fare amicizia con il vino bianco francese.
Nato nella più antica Maison di Chablis oggi esistente, il vino fu originariamente concepito dal barone Patrick de Ladoucette come una cuvée speciale prodotta solo nelle migliori annate.
La “ricetta”, fin dal 1755, consiste nell’assemblaggio delle migliori parcelle della tenuta tra 1er e Grand Cru, con l’attenzione rivolta alla qualità assoluta più che all’appellation in sé (anche se tale operazione comporta il declassamento del vino a “semplice” 1er Cru).
Lo stile di vinificazione prevede una fermentazione in tini d’acciaio e cemento a cui seguono maturazione e affinamento esclusivamente in bottiglia, per preservare il più possibile le caratteristiche di freschezza.
Di colore giallo paglierino con riflessi dorati sfoggia al naso profumi di fiori bianchi e pesca sciropppata, ananas e pompelmo, toffee e silice, conchiglia bruciata e caramello affumicato.
In bocca è di buona struttura con una glicerina tattile ancora importante nonostante l’invecchiamento e una buona freschezza che favorisce abbondante salivazione.
Chiude molto lungo.

28 boulevard du Docteur Tacussel,
89800 Chablis
Tel: 33 (0)38618908
http://www.albert-pic.deladoucette.fr
  • FABBRETTI [25/12/20] - 9.4/10
    9.4/10
9.4/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

0 Comments

  1. Pingback: Pic 1er 2002, Albert Pic 12 Marzo 2021

Rispondi