AOC,  CHAMPAGNE,  Chartone-Taillet,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

Champagne Sainte Anne, Chartone-Taillet

Indubbiamente uno dei più virtuosi vignerons della nuova generazione champenoise, Alexandre Chartogne è un ragazzone che ti accoglie con un sorriso entusiasta e gli occhi che si illuminano, ringraziandoti per esserti impegnato ad andare fin lassù (siamo a Merfy, estremo Nord della Champagne). Grandissimo studioso e profondo conoscitore delle più grandi denominazioni vinicole, ha lavorato anche a fianco di Anselme Selosse, Alexandre ha letteralmente rivoluzionato il domaine di famiglia arrivando a utilizzare due cavalli in vigna, a impiegare montoni e i polli per il diserbo, per il controllo degli insetti e per la concimazione naturale. La sua è una conduzione agronomica ‘personalizzata’, il che significa analizzare la conformazione dei diversi suoli, parcella per parcella, nei suoi vigneti di proprietà, 10 ettari suddivisi in 26 lieux-dits (visitate il suo sito, è bellissimo) adattando le diverse varietà a ogni terreno. Vinificazione parcellare, sempre figlia di una sola vendemmia, barrique di Borgogna, tonneaux, anfore di creta e uova di cemento per le fermentazioni, soli lieviti indigeni, malolattica svolta, nessuna filtrazione e dosaggi bassissimi.
Questo champagne è prodotto da uve di diverse parcelle a nord del villaggio di Merfy, vigneti di almeno 25 anni, suoli ricchi di sabbia e argilla. Nessuna filtrazione e 17 mesi di affinamento sui lieviti. Approccio sofisticatissimo, un naso fitto e sottile in cui prevalgono le tostature, la sottile mineralità, le note aromatiche, i fiori essiccati e la nocciola. Si apre con l’ossigeno discretamente e gradualmente, senza mai scomporsi. Al palato è ampio, fresco come acqua di sorgente e salino, con una progressione gustativa leggiadra, vibrante, succosa di agrume e dalla bollicina magistrale, che accarezza il palato e danza sulle papille. È dotato di persistenza salina, a richiamare le sensazioni sabbiose/minerali della sua terra. Nei suoi vini troviamo la fisionomia della Champagne di oggi, una Champagne più sincera, trasparente, schietta, legata al terroir e al talento del vigneron, piena di colori e sfumature diverse. E noi appassionati non possiamo che innamorarcene ancora di più.

Pinot noir 40%, chardonnay 50%, 10% meunier, 40% VdR, Dos. 4,5 g/l

Champagne Chartogne Taillet, 37 Gr Grande Rue, 51220 Merfy, Francia, Tel.: +33 3 26 03 10 17
  • VALENTINI [29/12/2020] - 9.2/10
    9.2/10
9.2/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Rispondi