2005,  Falesco,  IGT,  LAZIO,  Lazio,  ROSSI

2005 Montiano, Falesco

Ricordo ancora come già 20 anni fa, giovane studente di sommelierie, ascoltassi con curiosità le tesi di Riccardo Cotarella sul merlot come uva capace di “leggere” il terreno di adozione.
Coerente a questo credo, il professor Cotarella ha inserito, in 40 anni di onorata carriera di enologo, il vitigno merlot, o in purezza o in taglio, in molti dei vini più illustri da lui curati.
Ecco perché, alla luce di ciò, scrivere del Montiano, il Merlot in purezza della famiglia Cotarella, si traduce in un confronto con la summa del Cotarella-pensiero, il suo manifesto programmatico.
Nato nel 1993, questo vino origina da un vigneto sito a Montefiascone (Castiglione in Teverina), all’estremo Nord del Lazio, su un terreno di origine vulcanica, ricco di scheletro.
Dopo una macerazione sulle bucce e il salasso di circa un 20%, le masse fanno fermentazione malolattica e invecchiamento di 12 mesi in barriques nuove.
Nel bicchiere il vino mostra ancora vitalità che traduce in un bel colore rubino intenso e impenetrabile, con sentori di prugna cotta, amarena in confettura e concentrato di pomodoro.
Segue poi la parte speziata in cui il boisè del legno si è oramai integrato con spezie dolci, sentori balsamici, un allure di resina scura, quasi ambrata e spunti ematico-ferrosi.
In bocca il sorso non è affatto domo: il vino invade letteralmente il cavo orale, conquistandolo con una glicerina ancora polposa, bilanciata da una bella acidità; il tutto incorniciato da un tannino ormai dolce e ingentilito.
Da rimarcare la lunga persistenza in chiusura

Loc. San Pietro, snc
05020 Montecchio (TR)
+39 0744 9556
info@famigliacotarella.it
  • FABBRETTI [01/12/20] - 9.5/10
    9.5/10
9.5/10
Sending
User Review
2.6/10 (1 vote)

Rispondi