2019,  Indomiti - Nomad Winery,  ROSSI,  VENETO,  VINO D'ANNATA

2019 Lottai, Indomiti-Nomad Winery

Quando l’incipit è l’assaggio di un vino di una giovane azienda, provo sempre l’entusiasmo di chi sta intraprendendo un viaggio per una località ignota ed inesplorata, che spesso non necessita di tanti chilometri per permetterti di fare scoperte coinvolgenti.
In questo caso il ritrovamento è la bottiglia di Tai Rosso di Indomiti, che riporta in etichetta un disegno alla maniera one line, semplice e di grande effetto: un cuore dalla linea sottile, stretto in una mano.
Sbirciando sul sito di Simone Ambrosini (il giovane enologo dai capelli riccioluti e lo sguardo vivace) risaltano subito agli occhi la foto di un falò zampillante, di un paio di scarponi infangati e le parole scritte in grassetto: sottomettere, sconfiggere, ribelli. C’è tutto il materiale per creare un bel romanzo in stile Into the wild – Nelle terre selvagge, solo che in questo caso l’avventura è cominciata in mezzo ettaro di vigna sui Colli Berici e ci sono solo un paio di forbici, un furgoncino e “tanta fame di creare ed esplorare”.
Ma torniamo alla bottiglia: il rosso vermiglio appena scarico ne anticipa il profumo avvolgente, che sa di rabarbaro, fragola e lampone, con una soffice speziatura. È fedele alla sua tipologia di vino da gran beva e dai tannini levigati; ha freschezza e l’utilizzo di una piccola parte di grappoli interi in fase fermentativa gli dona il giusto guizzo d’oltralpe, esaltandone il frutto ed arricchendolo di sentori di radici ed erbe fresche. Un Tai magistralmente domato a dispetto del nome.

Indomiti – Nomad Winery
Via Marani, 12 – 36100 Vicenza
info@indomitivini.it

  • TORTORA [04/12/2020] - 8.6/10
    8.6/10
8.6/10
Sending
User Review
7.64/10 (8 votes)

Rispondi