AOC,  COTEAUX CHAMPENOIS,  David Léclapart,  FRANCIA,  ROSSI

Trepail Rouge Coteaux Champenoise Premier Cru, David Leclapart

Il Coteaux Champenoise è prodotto di rado. Chi mai potrebbe rinunciare alla preziosa uva d’oltralpe per produrre un vino rosso? Ma soprattutto, chi mai potrebbe fare questa scelta nel millesimo 2002? Lo ha fatto David Leclapart vigneron in Trepail con le sue migliori uve di pinot nero. Questa bottiglia la comprai proprio in cantina da lui dopo un periodo dove fui suo ospite in casa per qualche giorno. 

Mi disse che l’uva era troppo bella, sana, matura al punto giusto, gustosa e buona da mangiare e vinificarla in rosso gli permetteva di esprimere ancora più a fondo la sua terra sulla montagne de Reims. Vino dal rosso rubino quasi sangue ancora vivido pur con qualche piccola velatura. Il parte aromatica è chiusa in se stessa e fatica a muoversi sulle prime. Vino che mostra la sua parte più rude ma che non può nascondere la sua nobiltà. Il naso ha profondità e a qualche minuto dall’apertura comincia a concedersi secondo ritmi che lui stesso vuole dettare. Al palato il primo sorso è un brivido, sapidità, dolcezza e acidità fusi, quasi compressi in uno spazio piccolo. Dopo circa venti minuti inizia il valzer. Note di frutto rosso maturo, rosa canina, cassis, prugna disidrata, petalo di rosa, pepe nero. Al palato è appagante, salino, gustoso, saporito di uva matura dolce e note di liquirizia sull’allungo. Splendido nella progressione gustativa, invogliante nella beva, indimenticabile.

L. V02

David Leclapart
10 Rue de la Mairie,
51380 Trépail, Francia

  • GIACOBBO [01/12/2020] - 9.4/10
    9.4/10
9.4/10
Sending
User Review
8.8/10 (2 votes)

Rispondi