2017,  BIANCHI,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  IGT,  Jermann,  Venezia Giulia

2017 Capo Martino, Jermann

Concludo la mia indagine gustativa sui cru Bianchi di Casa Jermann con il Capo Martino che esclusivamente per la prima annata, 1991, venne chiamato “Piccolo Sogno, verso una terra promessa”.
L’intenzione di Silvio Jermann era omaggiare il capostipite Anton che, inseguendo il suo piccolo sogno, si trasferì dal Collio Sloveno a Villanova nel 1881.
A partire dalla seconda annata di produzione il vino prende il nome Capo Martino dall’omonima collina su cui insiste un vigneto di 7,5 ettari.
Prodotto da un uvaggio di friulano, malvasia istriana, picolit e ribolla gialla, colti leggermente appassiti, il mosto sosta un breve periodo sulle bucce, per poi fermentare e affinare in botte per 12-16 mesi.
Il risultato è un vino dal colore paglierino con riflessi dorati che indica subito la sua matericità glicerica, declinata al naso da un primo impatto quasi burroso.
I sentori si aprono con la frutta gialla tropicale quasi surmatura che lentamente cede il passo a note boisées appena accennate, per poi chiudere su kiwi e lime.
In bocca è un campione di eleganza, con una progressione tattile vellutata su cui spiccano mineralità, sapidità e una gradevole freschezza agrumata.
Chiude ammandorlato.

località Trussio 11,
Frazione di Ruttars
34070 Dolegna del Collio (GO)
Tel. (+39) 0481 888080
fax (+39) 0481 888512
info@jermann.it
  • FABBRETTI [02/12/20] - 9/10
    9/10
9/10
Sending
User Review
7.1/10 (1 vote)

0 Comments

  1. Pingback: Capo Martino 2017, Jermann Wine Taste 21 Aprile 2021

Rispondi