2018,  ALSACE,  AOC,  BIANCHI,  Domaine Pierre Frick,  FRANCIA,  MACERATI

2018 Alsace Gewurztraminer Macération Pur Vin, Pierre Frick

Nel libro “La stirpe del vino” (A. Scienza – S. Imazio, La stirpe del vino, Sperling&Kupfer 2018) in cui vengono approfondite le origini dei più noti vitigni del continente, si parla di traminer come il vitigno dei confini.

“I Romani erano soliti chiamare i luoghi di recente conquista con la parola terminus (confine)”, si dice. Da qui la diatriba sulla provenienza del vitigno tra Italia (Termeno) e Francia, terre ove viene maggiormente allevato. Si scoprirà in seguito che, stando alle informazioni giunte a noi, la prima menzione del vitigno sia avvenuta nel sudovest della Germania. Il gewurztraminer, che ne è la versione aromatica, marca anch’esso un confine, ma lo fa tra gli appassionati. Tra chi lo odia, non sopportandone l’aromaticità, e chi lo ama, per l’ampiezza e l’intensità dei profumi.

Per molti anni ho fatto parte del primo partito, trascurando bottiglie di ogni provenienza che contenessero vini prodotti con il vitigno incriminato, finché non ho trovato appiglio in alcune versioni alsaziane con un unico fil rouge, la macerazione. Questa pratica è paradossalmente capace di contenerne l’esplosività sensoriale pur mantenendone l’ampiezza di profumi, non omologandoli, ed innervando il sorso di elettricità e tensione.

Anche in questo Gewurztraminer di Pierre Frick ci sono tutte le componenti che possono intrigare gli amanti del varietale: dalla salvia sclarea alla rosa, dalla pesca ai sentori tropicali, per finire con ritorni speziati. C’è ricchezza al palato, con alcol ben integrato, ed anche una scarica vibrante da imputare alla sapidità e alla fine trama tannica. Se l’accusa è notoriamente la scarsa beva, potrebbe essere la bottiglia giusta che vi farà ricredere.


Domaine Pierre Frick
5, rue Baer
68250 Pfaffenheim
+33 (0)389496299
contact@pierrefrick.com


  • TORTORA [17/11/20] - 8.9/10
    8.9/10
8.9/10
Sending
User Review
9.7/10 (4 votes)

Rispondi