2018,  BIANCHI,  CAMPANIA,  Di Prisco,  DOCG,  Greco di Tufo

2018 Greco di Tufo, Di Prisco

Pasqualino Di Prisco è un grande interprete di Aglianico di Taurasi -con vigneto ormai quindicenne nella sua Fontanarosa- ma negli anni è riuscito a cullare anche la sua idea bianchista riuscendo a esibirsi con autorevoli versioni di Greco di Tufo, come crediamo che sia anche questa dell’annata 2018. Da uve selezionate da vigne a Montefusco, tra le più alte in quota dell’intero areale della Docg (sopra i 650 metri slm) arriva un Greco di Tufo solido e identitario. Ce ne si rende conto sin dal colore, deciso e intarsiato d’oro come ha da essere e dall’immediato impatto olfattivo minerale e campestre. Si distende poi lentamente su toni di frutta gialla croccante, cerealicoli, affumicati, di erbe aromatiche e refoli agrumati. La veemenza dell’impalcatura di acidità e salinità caratterizza il gusto contribuendo alla lunga persistenza dei sapori. Lavorazione in solo acciaio.

Di Prisco
Contrada Rotole 27 – Fontanarosa (Avellino)
0825 475738
info@cantinadiprisco.com
http://www.cantinadiprisco.com
  • Boriosi [02/04/20]

    Si nota al primo colpo: bel vino, ben fatto, profumi schietti e contadini, frutto e fiori al proprio posto, bella acidità guizzante e incisiva e salinità che gioca a rimbalzargli a ritmo. Gli manca un po’ di irruenza, è un Greco di Tufo gentile e garbato ma tra quelli assaggiati fino ad ora è il più interessante.
  • COLUCCIA [02/09/20] - 9/10
    9/10
  • BORIOSI [02/09/20] - 8.9/10
    8.9/10
9/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Rispondi