2017,  AOC,  BOURGOGNE,  Domaine Lefort,  FRANCIA,  ROSSI

2017 Bourgogne, Domaine Lefort

Con una laurea in medicina conseguita all’Università di Digione e studi in filosofia a La Sorbonne, cosa puoi farci? Tante cose. Ma se ti chiami David Lefort, hai l’anima del vigneron e talento da vendere non puoi che finire a lavorare la vigna nella natia Côte Chalonnaise e fare vini sublimi. E non solo quelli di punta. E infatti dalle viti che hanno circa 40 anni di età situate in una piccola parcella sita a Mercurey (dove possiede vigne nei due prestigiosi Premier Cru Champs Martin e Clos l’Évêque), allevate seguendo i dettami dell’agricoltura biologica e alcune pratiche biodinamiche, David Lefort ricava le uve di pinot noir che utilizza per realizzare il suo vino di ingresso: un Bourgogne AOC. Fermentazione spontanea in vasche di acciaio, e affinamento del vino per 18 mesi in botti di rovere usate. Rubino luminoso alla vista. Naso che apre con suggestioni croccanti e succose di marasca, cassis e arancia rossa prima di proporre note speziate di pepe nero e chiodi di garofano e una lievissima nota di caffè tostato. Dotato di una freschezza vibrante che si accompagna ad una piacevole sapidità ematica, quasi rugginosa, il Bourgogne 2017 di David Lefort, ripropone all’assaggio la semplicità e la golosità del fruttato palesato al naso pettinandola con una lieve e piacevole frizione tannica. Succoso e dinamico rappresenta per chi si voglia accostare alla Borgogna del vino un primo approccio sicuramente semplice, ma anche estremamente godurioso.

Domaine Lefort
4, Rue Neuve
71150 – Rully, Francia
  • Barbato [30/04/20]

    Pinot nero di ingresso al mondo dei pinot neri. Gioca la sua partita su frutti rossi lievemente speziati con uno spunto di carne cruda. Acidità composta e non invadente, tannino in via di integrazione. Piacevole e di agile beva, persistenza non particolarmente lunga. Un vino senza pensieri.

  • NOTARACHILLE [25/09/20] - 8.9/10
    8.9/10
  • BARBATO [30/04/20] - 8.2/10
    8.2/10
8.6/10
Sending
User Review
9/10 (1 vote)

3 Comments

  1. Davide Fasolo 28 Settembre 2020
    • Donato Antonio Notarachille 1 Ottobre 2020
  2. Davide Fasolo 1 Ottobre 2020

Rispondi