2015,  IGT,  MARCHE,  Marche,  ROSSI,  Valter Mattoni

2015 Rossobordò,Valter Mattoni

Valter Mattoni, alias Roccia, è un vero fenomeno: eclettico ma sopratutto grande vignaiolo capace di fare vini mai banali, anche di forza, ma difficilmente incasellati o accomunabili ad altro. Merita a priori scambiarci due parole e ogni tanto bere le sue produzioni, anche per avere una visione diversa delle Marche. In questo caso parliamo del Rossobordò: l’uva utilizzata è stata accomunata trasversalmente alla famiglia della grenache, come altrove viene fatto per il cannonau o per il tocai dei Colli Berici (oggi Tai) o per la garnacha spagnola. Piccolissima produzione (300 bottiglie circa) per una autentica bomba, una esplosione di frutto pieno, spezia di tipo dolce in quantità, che potrebbe spostare il vino fuori Italia, in territori più noti. Tanta freschezza, una energia veramente importante, ma il tutto in un contesto di grande bevibilità, nonostante i 15 gradi che non sono percepiti. Tannini fini e legno gestito molto bene, una bottiglia giovane ma dotata di una piacevolezza estrema fin da ora; definirlo goloso è riduttivo. Bellissimo.

Azienda Agricola Valter Mattoni
Contrada Pescolla, 1, 63081 Castorano AP

  • FASOLO [18/07/2020] - 9.3/10
    9.3/10
9.3/10
Sending
User Review
8.85/10 (2 votes)

Rispondi