1971,  AOC,  BORDEAUX,  Chateau Margaux,  FRANCIA,  MARGAUX,  ROSSI

1971 Chateau Margaux, Chateau Margaux

Annata media, pochi i “fuochi artificiali” prodotti ma diversi vini rivalutati col tempo, al punto che ormai si parla serenamente di annata sottovalutata. In questo caso tutto si gioca su finezza, eleganza, energia e coerenza, la finezza perché naso e bocca giocano di cesello su un frutto delicato, un tratto vegetale di tabacco che sotterra subito un lontano peperone, una nota floreale accennato e poi col tempo a declinare su sottobosco vivo, resina e un rimbalzo quasi marino, il vero plus in bocca è la mineralità che fa da sponda a tutto e sulla quale si impernia la bocca, quindi forse in apparenza più parte dura in spinta (non in disequilibrio sia chiaro), grafite, salsedine, uno sbuffo di ferrosità. Qui c’è energia e coerenza perché alla cieca non ci si accorge che la bottiglia ha tanta storia sulle spalle ma si intuisce chiaramente da dove arriva: la terziarizzazione è perfetta, non maschera ma mostra la reale bellezza del disegno di questa evoluzione il cui fine ultimo è dare un bicchiere di assoluta classe.

Château Margaux
33460 Margaux, Francia
+33 5 57 88 83 83
  • Fasolo [26/06/20] - 9.4/10
    9.4/10
9.4/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

One Response

  1. Aldo gandolfi 29 Luglio 2020

Rispondi