2018,  BIANCHI,  Collecapretta,  IGT,  UMBRIA,  Umbria

2018 Pigro delle Sorbe, Collecapretta



L’etichetta del Pigro delle Sorbe fornisce informazioni dettagliate sulla sua vinificazione e sulla visione che informa il lavoro in vigna e in cantina di Collecapretta. Queste in sintesi: viti di greco, varietà campana, raccolte dorate, a piena maturazione. Vinificato senza bucce, fermenta con lieviti indigeni in vasi aperti. Solo un travaso per eliminare le fecce grossolane. Affina in contenitore in vetroresina. Imbottigliato con la prima luna calante di fine marzo per preservare la bassa dose di solforosa naturale. Non si aggiunge solforosa in nessuna fase della vinificazione. In vigna si seguono principi di assoluta naturalità mirati alla custodia della vita della terra.
Il vino bianco più scorrevole tra quelli di Vittorio Mattioli. Il Pigro delle Sorbe al naso non prorompe di profumi marcati, come è tipico del greco che è vitigno austero: spicca un aroma di mandorla o nocciola, poi sprazzi di frutta matura, mela cotogna, albicocca e a seguire tanto erbaceo riconducibile ad erbe officinali e aromatiche. L’assaggio è sobrio, marcato da freschezza sia in ingresso che sul finale, con una sosta fruttata al centro bocca che mette un po’ di ciccia al sorso. Una sottile vena sapida conferma l’impronta verticale dell’assaggio.

Cantina Collecapretta 
Az. Agr. Mattioli Vittorio
loc. Terzo la Pieve, 70
06049 Spoleto (PG)
tel/fax: 0743  26 85 29
mob: +39 349 31 51 528
info@collecapretta.it
  • FIRMANI [15/07/20] - 8.6/10
    8.6/10
8.6/10
Sending
User Review
0/10 (0 votes)

Rispondi