2019,  BIANCHI,  Colбacco,  MACERATI,  UMBRIA,  VINO

2019 Kappa, COLБACCO

Colbacco è un progetto umbro nuovo, anticonformista e ribelle, che vede la collaborazione di tre entità separate, ma unite dalla stessa idea di vino. Marco Durante è il trasformatore delle loro uve, strappate all’abbandono.
Info qui o qui.
Questo è il vino più spensierato della batteria Colbacco, melting pot di trebbiano, grechetto e malvasia, con macerazione, fermentazione spontanea, zero interventi e zero solforosa.
Annata calda la 2019, come tante altre che siamo abituati a subire per via del cambiamento climatico, ma il Kappa la declina nella maniera più fresca e sbarazzina possibile. La malvasia si avverte sia al naso che in bocca e vivacizza l’insieme con profumi floreali, pesca bianca e scorza di limone. Rosmarino, maggiorana e fieno completano il corredo dei profumi .
Avvolge la bocca con immediata verve citrina, ma senza invadenza e in perfetto equilibrio con la sottile vena erbacea e sapida. Alcol ai minimi. La malvasia imprime quel lieve finale amarognolo che dà slancio. Resta fresco anche a temperatura ambiente.
Lotto: Kali19

Az. agr. Rinaldi Marta
Marsciano (Pg)
Cell.: 335 745 5454
E-mail: quartoprotocollo@gmail.com
  • Tortora – 17/08/20

    L’esame visivo, quello a cui solitamente do meno conto, è superato a pieni voti ed invita all’assaggio. Ma sono un naso sbiadito ed un sorso sciapo a deludere le aspettative. Lontane le sensazioni aromatiche della malvasia, non pervenute scie saline, manca di energia vitale. Si beve perché privo di difetti. Note a margine: chiusura con tappo Nomacorc.

  • FIRMANI [29/06/20] - 8.2/10
    8.2/10
  • CORAZZOL [29/06/20] - 8.4/10
    8.4/10
  • TORTORA [17/08/20] - 7.5/10
    7.5/10
8/10
Sending
User Review
7.9/10 (7 votes)

Rispondi