2009,  DOCG,  Jako Wine,  LOMBARDIA,  METODO CLASSICO,  Oltrepò Pavese Metodo Classico

2009 Riserva Pinot Nero Brut, Jako Wine

Sto seguendo con molto interesse il progetto di Jako Wine, soprattutto nell’assaggio del Metodo Classico. Una storia, quella della squadra del fenicottero (il logo aziendale), che si muove secondo logiche molto vicine al Negociant francese, ovvero chi acquista le uve da terzi per poi creare un vino con la propria etichetta. Naturalmente un progetto come questo ha senso se si è molto esigenti e solo se si punta al massimo della qualità con investimenti importanti. L’ imprenditore bolognese Gianluca Berti, coadiuvato, consigliato e assistito da due veronesi, l’enologo Lorenzo Dionisi e Severino Barzan ex titolare dell’Antica Bottega del Vino di Verona, nel ruolo di consulente e Brand Ambassador, ha individuato in tre ettari nell’Oltrepò Pavese e nel pinot nero il suo Eldorado. Riuscitissime sono anche le altre versioni degli spumanti in catalogo, il Brut Rosè e il Brut Noir, ma è con questa riserva 2009 (100% pinot nero) che Jako Wine non si farà dimenticare tanto facilmente. Nel bicchiere troviamo un vino dall’evocativo colore oro antico e dal perlage finissimo, il naso è raffinato con note di albicocca, uva passa, miele e leggera tostatura. La bocca è piena ma delicata, c’è davvero una bella coerenza tra naso e bocca. All’assaggio si aggiunge anche un leggero tocco ossidativo. Un plauso a Jako Wine, e non è l’unica azienda naturalmente, per aver ricollocato l’Oltrepò Pavese nella giusta posizione che merita nel panorama della spumantistica italiana.

Jako Wine
Strada Corte Garofolo, 73 – Verona
http://www.jakowine.it

  • TAGLIENTE [15/06/20] - 9.1/10
    9.1/10
9.1/10
Sending
User Review
9.5/10 (2 votes)

Rispondi