2017,  Alto Adige,  BIANCHI,  Cantina Terlano,  DOC,  TRENTINO-ALTO ADIGE

2017 Alto Adige Grande Cuvée Terlaner I, Cantina Terlano

Definito da Rudi Kofler (il cantiniere di Cantina Terlano) come la sintesi e l’espressione perfetta del lavoro della ben nota cantina di Terlano, questa Grande Cuvée si compone delle storiche uve (pinot bianco, chardonnay, sauvignon blanc) che hanno fatto grande questa cantina e l’Alto Adige del vino. Le aspettative erano assai alte; avevo la necessità di bere un bel bianco italiano, con quella struttura e la complessità aromatica tipica di quelle zone. Al naso si presenta abbastanza complesso e intenso, anche se certamente un annetto in più in bottiglia porterà questa giovanissima Cuvée a livelli d’espressione molto più alti. La manifestazione olfattiva è inizialmente un po’ lenta, ma poco dopo spiccano e diventano più nette, sensazioni di legno, vaniglia, erbe aromatiche, camomilla, paglia, grafite e pepe bianco concluse e rese eleganti da una nota fumè molto marcata. Al palato è ancora una volta evidente la nota legnosa, accompagnata da sensazioni citriche, minerali e alcoliche molto decise. Non manca certamente di freschezza e sapidità e questo ne rende la struttura attuale piacevole e caratteristica. Anche al secondo assaggio, dopo un po’ dall’apertura, rimango fermamente convinta che un annetto in più di affinamento gioverà certamente a questo vino, rendendo ancora più elegante questo filo conduttore del legno che ne descrive in maniera importante l’identità.

Cantina Terlano
Via Silberleiten 7
I – 39018 Terlano (BZ)
Tel: +39 0471 257135
E-Mail: office@cantina-terlano.com
  • Andrea Gori 09 06 2020

    Il naso emerge trionfante di note candite, agrumate, tarte tatin con tanto di burrosità e mandorle tostate attraverso le quali il frutto emerge a fatica ma è sempre presente, poi si avvertono arancio, lime e pompelmo candito, mela golden, nocciola, ginger, sapone di Marsiglia (bravo Paolo Baracchino) osmanto e robinia, incenso e sandalo più note verdi intriganti tra prezzemolo e sedano, ingresso in bocca sorprendentemente sottile che si spoglia di legno e orpelli svelando frutto turgido intenso e salatissimo, centro bocca di spessore e carnalità e finale che si adagia su acidità di spessore e croccantezza superiori.

  • FORNI [06/06/20] - 9.4/10
    9.4/10
  • GORI [18/06/20] - 9.6/10
    9.6/10
9.5/10
Sending
User Review
10/10 (1 vote)

Rispondi