2010,  AOC,  BEAUJOLAIS,  FRANCIA,  MORGON,  ROSSI

2010 Morgon Côte du Py Javernières, Louis Claude Desvignes

Confesso il mio amore incondizionato per i Gamay – specialmente se con diversi anni sulle spalle – per il modo meraviglioso che hanno, come pochi altri, di dare frutto e colore al bicchiere, unendo tratto fruttato con tratto speziato, parte golosa con profondità.

Questo 2010 fa, né più né meno, quanto sopra; una coppa di frutta ben matura a pezzi con fragole succose, more, qualche lampone, una grattata di noce moscata, pepatina affumicata nera e un rametto di timo; il tutto unito a una bocca che allunga il tratto goloso in modo elegante: parte che sembra un gioco, ma poi si rivela come vino di spessore senza mai stridere; alcol giusto, tannini delicati, beva problematica: se devi guidare, o se anche solo devi fare due piani di scale, devi avere ben chiaro che come la apri la bottiglia con estrema calma finisce. Sottolineo il fatto della calma perché non sono vini caramella, in cui un bicchiere tira l’altro, ma hanno delle sfaccettature che chiedono di restarci sul bicchiere. Gran bel vino.

Domaine Louis Claude Desvignes, 135 Rue de la Voûte, 69910 Villié-Morgon, Francia

  • FASOLO [20/05/20] - 8.9/10
    8.9/10
8.9/10
Sending
User Review
8.73/10 (6 votes)

One Response

  1. Giuseppe Leonetti 28 Maggio 2020

Rispondi