1999,  AOC,  BIANCHI,  BORDEAUX,  Château Rieussec,  DOLCI,  FRANCIA,  SAUTERNES

1999 Sauternes, Château Rieussec

Il mio rapporto con i vini dolci è assolutamente speciale: li adoro, spesso permettono una situazione assolutamente intimistica e rilassante, che permette di godersi il proprio tempo lentamente, senza cadere nella abusata meditazione; una coccola glicerica facendo assolutamente nulla, spesso in tarda serata…una pacchia.

Questo 1999 si proietta tra i Rieussec “moderni” nei quali lo Château pare aver cercato in controtendenza, di dare un’ impronta più piena rispetto al passato; anche in una annata tutto sommato media come la 1999, il vino è abbastanza fitto, anche se chiaramente non ha la complessità dei vini di 30/40/50 anni. Lo zafferano è ancora in spinta ma non invade per fortuna, poca botrytis in questa annata e quindi naso più da passito ovvero miele, arancia candita, fichi, nocciole; la complessità “vera” sarà questione da ridiscutere tra un paio di lustri almeno.

Per contro la bocca ha una grassezza abbastanza spinta ma, giocando sull’annata media (annata media in Francia = annata da pinze), il vino in questa fase si beve alla stragrande; quindi zucchero sì certo, ma anche acidità, quel pizzico di sale che scappa fuori sulle torte, e poi tornano i fichi; in chiusura l’agrume candito, che rinfresca e golosamente fa fare rifornimento. Bella lunghezza, la mano dello Château di peso si sente. Piaciuto assolutamente pur senza scomodare les millésimes monstrueux.

Château Rieussec 33210 Fargues France rieussec@lafite.com

  • FASOLO [15/05/2020] - 9.3/10
    9.3/10
9.3/10
Sending
User Review
8.87/10 (3 votes)

4 Comments

  1. Giuseppe Leonetti 25 Maggio 2020
  2. Davide Fasolo 25 Maggio 2020
  3. Davide Fasolo 25 Maggio 2020
  4. Giuseppe Leonetti 25 Maggio 2020

Rispondi