2015,  AOC,  COSTIÈRES DE NÎMES,  FRANCIA,  Mark Kreydenweiss,  ROSSI

2015 Costieres de Nimes Perrières, Marc Kreydenweiss

Quattro giorni di assaggio di un blend di uve (mourvedre, syrah, grenache, carignan) rosse, biodinamiche e del Rodano meridionale.
Giorno 1: Al naso è molto chiuso, con una riduzione che palesa qualche pelo di cavallo di brettiana memoria. Un ricordo di ciliegia candita è tutto quello che riesco a tirargli fuori. Bocca dura, tanta materia e poca definizione. Vediamo domani.
Giorno 2: Comincia ad aprirsi: amaretti, cuneesi al rum (Cuba, non Arione), acciughe sotto sale. Il cavallo si è allontanato di qualche metro ma riusciamo ancora a guardarci negli occhi. In bocca le sensazioni di ieri si sono lievemente ammorbidite. Resta ancora piuttosto ingessato e carente di freschezza. Post deglutizione la ciliegia si fa rivedere, agevolando una beva che appare comunque frenata.
Giorno 3: Lo lascio in bottiglia senza riberlo e stappo un bianco.
Giorno 4: L’ossigeno prende il comando. I profumi si sono fusi in maniera pigra, anonima, senza allettare. Si percepisce un principio di ossidazione che in uno o due giorni potrebbe arrivare a stroncarlo. Il tannino ha socchiuso una porta (un poco polverosa, la verità) e la beva è sì migliorata in ampiezza ma continua a peccare in verticalità e persistenza.
In definitiva non è riuscito a distendersi, manca una sintonia complessiva tra le componenti.
Dice: ma tu lo hai scomposto. Dico: ha fatto tutto lui.

Domaine Marc Kreydenweiss
701 Chemin des Perrières
30129 Manduel – Francia
Tel +33 (0)4 66 20 60 09
manduel@kreydenweiss.com
  • BARBATO [30/04/20] - 7.3/10
    7.3/10
7.3/10
Sending
User Review
8.6/10 (1 vote)

4 Comments

  1. Davide Fasolo 15 Maggio 2020
    • Nicola Barbato 16 Maggio 2020
  2. Davide Fasolo 16 Maggio 2020
    • Nicola Barbato 16 Maggio 2020

Rispondi